carabinieri

Scortichino è una frazione di Bondeno, nel cuore della piana ferrarese che nonostante i suoi soli 1400 abitanti, non giunge alle cronache in quanto idilliaca e pacifica comunità. La scorsa notte i carabinieri sono intervenuti per bloccare un operaio 41enne intento a scagliare frecce contro la finestra di un vicino di casa con una balestra.

A rendere ancora più paradossale la scena, il travestimento del molestatore notturno: il suo volto era celato da una maschera di carnevale raffigurante Fausto Bertinotti. È ancora ignoto il motivo per cui l’uomo, armato con tanto di balestra, abbia scelto di assumere le sembianze dell’ex leader di Rifondazione Comunista per compiere il suo atto vandalico.

Non è il primo caso in cui un molestatore si traveste per compiere atti persecutori, come testimonia la vicenda della stalker Catwoman dello scorso anno.

Il tentativo di fuga e l’arresto

I carabinieri intervenuti sul posto hanno incontrato le resistenze dell’operaio. L’uomo, cercando di sottrarsi alle forze armate, ha addirittura cercato di investire alcuni militari, ma è stato bloccato e condotto in caserma. Ora dovrà rispondere dell’accusa di stalking. Nella sua abitazione sono stati rinvenuti:

  • numerosi coltelli
  • una fionda con biglie d’acciaio
  • un passamontagna
  • una uniforme da Tenente Paracadutista dell’Esercito Italiano

È proprio la provenienza di quest’ultima a richiedere ulteriori verifiche, in quanto non risulta che lo stalker abbia mai prestato servizio militare.

I precedenti atti vandalici

L’arresto è il culmine di una sequenza di atti persecutori a danno del vicino di casa dell’uomo. La vittima, un operaio 59enne, da mesi era bersaglio delle continue violenze dello stalker, che ha danneggiato la sua auto e la sua abitazione a più riprese. Si sospetta che all’origine di tali comportamenti vi sia una lite tra vicini, o forse una semplice antipatia personale.

In ogni caso, lo stalker dovrà chiarire la sua posizione di fronte alle autorità giudiziarie.