medico e barella

Salgono a 7 i decessi di pazienti italiani risultati positivi al Coronavirus. Lo rivelano Adnkronos e Ansa, secondo cui il settimo paziente deceduto sarebbe un 62enne già dializzato. L’Oms ha espresso preoccupazione per l’aumento dei casi registrati in Italia, Iran e Corea del Sud.

Coronavirus: settima vittima in Italia

Ci sarebbe una settima vittima colpita da Coronavirus in Italia. È la notizia che arriva poche ore dopo quella del decesso di un 84enne e un 88enne. Il settimo paziente morto sarebbe un 62enne affetto da importanti patologie pregresse, già dializzato secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa.

La Lombardia continua ad essere al centro dell’emergenza, mentre arriva la rassicurazione sull’assenza di altri focolai oltre quelli già individuati e isolati. Dei decessi registrati, 6 sono nella stessa regione e 1 in Veneto.

Oms: “Molto preoccupati”

Lo ha detto il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ribadendo il clima di grande attenzione sull’evoluzione dell’emergenza italiana per il SARS-CoV-2.

Dobbiamo concentrarci sul contenimento e prepararci a una potenziale pandemia“: questo, riporta ancora Ansa, quanto riferito dall’Organizzazione mondiale della Sanità dopo l’aumento di casi fuori dalla Cina.

Attualmente, in Italia sarebbero 229 le persone risultate positive, comprese le 7 vittime e il paziente dichiarato guarito.

Ogni Paese – ha aggiunto Ghebreyesus – deve fare le sue valutazioni a seconda del proprio contesto“. Poi l’invito ad adottare misure cautelative “ma non di paura”, per scongiurare il pericolo psicosi.

Stando alle ultime notizie diffuse dall’Oms, il picco di diffusione del virus, in Cina, sarebbe stato raggiunto tra il 23 gennaio e il 2 febbraio scorsi, prima di quella che viene definita una “consistente” diminuzione. L’Italia, intanto, si sarebbe confermata al terzo posto nella lista dei Paesi con il maggior numero di contagi al mondo.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus: allarme sulle truffe

Coronavirus: i numeri del contagio nel mondo