cielo nuvoloso

Le previsioni dei giorni scorsi lo avevano anticipato: in Italia si va verso un clima decisamente più rigido e invernale, almeno per la settimana in corso. Scatta l’allerta meteo della Protezione civile: nella Penisola raffiche di forte burrasca e mareggiate.

Maltempo da Nord a Sud

Il maltempo si fa sentire su alcune regioni italiane, a causa di una perturbazione di origine nord-atlantica che tenderà ad interessare aree sempre più estese della Penisola.

Secondo le previsioni diffuse dal Dipartimento della Protezione civile, l’instabilità sarà una delle grandi protagoniste delle prossime ore, con condizioni dominate da fenomeni intensi.

Il sensibile calo termico, frutto dell’incursione di un vortice di aria fredda, porterà un graduale rinforzo della ventilazione che, dai settori alpini, procederà in rapida estensione alle regioni del Centro e del Sud.

Allerta meteo della Protezione civile

Proprio in vista del repentino cambiamento delle condizioni climatiche, la Protezione civile, d’intesa con le regioni coinvolte, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. “I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche“, si legge nel bollettino ufficiale.

L’allerta è scattata nella serata del 25 febbraio scorso, in previsione di fenomeni sempre più intensi in estensione sull’Italia, da Nord a Sud. In arrivo venti forti o di burrasca dai quadranti settentrionali.

In particolare, si potrebbe assistere all’ingresso di raffiche di burrasca forte tra Piemonte, Lombardia e Veneto. Per la giornata del 26 febbraio, la Protezione civile riferisce di raffiche di foehn in pianura e dai quadranti occidentali su Emilia-Romagna e Marche.

Sull’Italia venti forti o di burrasca, fino a burrasca forte in rotazione da Nord-Ovest e principalmente su Toscana, Umbria, Sardegna, Lazio, in estensione alle regioni Campania, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria.

In fenomeni più intensi riguarderanno i settori appenninici e costieri, dove sono state previste anche mareggiate.