La carbonara di Gordon Ramsay

Cucine da incubo, ma per davvero. Gli ultimi giorni le bacheche dei social e le prime pagine sono tutte, giustamente, dedicate al Coronavirus e all’emergenza, ma c’è un lato della Rete che cerca di sdrammatizzare e continua a “scandalizzarsi” quando vengono toccati alcuni mostri sacri. Come il cibo, per esempio. Il popolare chef Gordon Ramsay ha offerto una sua versione della carbonara, che però non ha molto convinto gli italiani. A rispondergli è stata anche la Barilla.

La carbonara di Gordon Ramsay

18 stelle Michelin, ma se tocchi la carbonara ad un italiano te le tirano tutte dietro.

Se ne sta rendendo conto Gordon Ramsay, lo chef divenuto celebre in tutto il mondo per programmi come Hell’s Kitchen, Cucine da Incubo e anche la versione americana di Masterchef. Nei giorni scorsi, sul suo profilo social è apparso un video di una carbonara definita “la più meravigliosa“.
Non fosse per qualche dettaglio: manca il pecorino, è troppo liquida e non è chiaro se quello sia bacon o guanciale. Apriti cielo: la Rete è stata inondata di commenti oltraggiati, tra un “questa a damo ar gatto” e chi, con la stessa verve critica dello chef scozzese, mostra un immagine di come dovrebbe essere una vera carbonara.

La risposta della Barilla allo chef stellato

In soccorso del popolo italiano, intento sia a criticare Gordon Ramsay sia dal trattenere nonne e massaie sul piede di guerra, è arrivata anche la Barilla, che dal suo account ufficiale ha voluto rispondere allo chef. Il tweet di risposta è molto ironico e si apre già con un vocativo romanesco: “Abbello! Potere a tutte le carbonare fatte con passione“. Poi, però, arriva il consiglio: “Guarda la ricetta tradizionale e facci sapere che te ne pare“.

Perché puoi chiamarti anche Gordon Ramsay e avere 18 stelle Michelin, ma la carbonara per gli italiani è come la mamma: sacra.

Guarda i video

Immagine in evidenza: video di Hell’s Kitchen (Youtube) Dimensioni modificate / Gordon Ramsay (Twitter)