Alessandra Mussolini

Alessandra Mussolini, settimane fa protagonista di un “bacio” con Vittorio Sgarbi, è stata ospite di Vieni da me e si è lasciata andare a confessioni anche molto intime sulla sua vita. Ha parlato delle sue nonne, della zia Sophia Loren e si è commossa dopo un video che la ritraeva insieme a suo padre Romano. 

Le lacrime di Alessandra Mussolini

La parlamentare Alessandra Mussolini è stata intervista nel salotto di Vieni da me. Di fronte a Caterina Balivo, la nipote di Sophia Loren si è commossa dopo aver visto le immagini di lei e il padre Romano a Domenica In.

“Non fatemi piangere che c’è il Coronavirus” ha sdrammatizzato la donna. Tuttavia, la Mussolini ha anche un aneddoto doloroso riguardo al genitore.

“Io ero grande, avrò avuto 28 anni. Non l’ho mai raccontato. Lui raccomandò all’altra figlia di mettersi il cappello perché faceva freddo. Incredibile la gelosia, per me è stata una cosa che non ho elaborato”. La Mussolini non ha ricordi di quando viveva col papà, dato che i suoi genitori si separarono quando lei aveva quattro anni: “Quando ha avuto un’altra figlia è stata una botta, io e mia sorella lo abbiamo vissuto come un tradimento definitivo”.

Il ricordo delle nonne

Alessandra Mussolini ha parlato con Caterina Balivo anche della Loren e della situazione economica della sua famiglia. “Zia Sophia aveva una villa bellissima con cavalli e piscine. Casa nostra era grande quanto la stanza in cui lei si cambiava le parrucche”.

Nel programma di Rai 1, la Mussolini ha ricordato l’importante figura delle sue nonne. “Nella mia famiglia hanno sempre comandato le donne. Noi i mariti non li consideriamo, contano fino a un certo punto” ha affermato.

A quanto pare, nonna Rachele, la moglie di Benito Mussolini, era molto severa. Nonna Romilda, invece, madre di Maria Sciocolone, non ha mai perdonato alla zia Sophia di aver dedicato l’Oscar a Carlo Ponti. “Lei ha fatto di tutto per la figlia, come Anna Magnani in ‘Sei Bellissima’, c’è voluto molto tempo prima che lo superasse” 

L’accusa a Pippo Baudo

Durante l’intervista, la politica ha ricordato le sue esperienze nel mondo dello spettacolo: “Quando ho cantato in Giappone, Cristiano Malgioglio mi ha salvato”. Alessandra Mussolini ha poi lanciato una frecciatina Pippo Baudo “Mi ha inguaiato, non è mai stato un colpo di fulmine tra noi.

Mi dava delle canzoni da cantare il giorno prima e il giorno dopo non me le ricordavo e cantavo in playback”. E poi accusa: “Ero stressata al massimo, non mi sono pentita, ma mi massacrava”