scontrini

Il Garante per la privacy ha dato ufficialmente il via libera alla Lotteria degli scontrini, uno degli strumenti previsti dall’ultima legge di Bilancio in materia di contrasto all’evasione fiscale. La nuova lotteria verrà introdotta a partire da luglio 2020 e incentiverà da un lato l’utilizzo della moneta elettronica, dall’altro l’emissione degli scontrini, attraverso un meccanismo di premi mensili e annuali. Apportate anche alcune modifiche per quanto riguarda la privacy dei consumatori, che era stata indicata dal Garante come possibile fonte di criticità.

Le perplessità sulla privacy

Partecipare alla Lotteria degli scontrini sarà molto semplice, perché ad ogni euro di spesa corrisponderà una chance di vittoria.

Il sistema prevedeva inizialmente l’utilizzo del codice fiscale, che avrebbe permesso di associare gli scontrini dei cittadini ai biglietti virtuali della lotteria. Come si apprende dal comunicato stampa del Garante per la privacy, questo metodo aveva sollevato forti perplessità, in quanto, a fronte di una raccolta massiva di dati anche presso gli esercenti, consentiva di ricavare informazioni personali sui consumatori. Il codice fiscale è stato così sostituito da un più anonimo “codice lotteria”.

Come funziona il codice lotteria

Il cittadino interessato potrà ottenere il codice iscrivendosi sul “Portale Lotteria”, che verrà reso disponibile online dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Il codice sarà composto da otto caratteri alfanumerici e associato in modo univoco al codice fiscale. Al momento dell’acquisto in un negozio, il consumatore potrà quindi esibire all’esercente il proprio codice lotteria, in formato cartaceo o elettronico, senza necessità di fornire informazioni strettamente personali.

Cosa succede dopo l’acquisto

Una volta effettuato l’acquisto, i dati degli scontrini, abbinati al codice lotteria, saranno trasmessi dagli esercenti al sistema informatico dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, che li convertirà in biglietti virtuali della lotteria.

A questo punto avverrà l’estrazione dei premi, tra cui tre premi mensili da 30 mila euro e un premio annuale da 1 milione di euro, che potranno essere anche più corposi in caso di acquisto cashless, per esempio con carta di credito. A vincere potrà essere sia chi ha effettuato l’acquisto, sia l’esercente che ha emesso lo scontrino.

Cosa fare per verificare la vincita

Dopo l’estrazione dei premi, il personale autorizzato dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli potrà risalire all’identità del consumatore e procedere alla comunicazione delle vincite.

Sarà comunque possibile, in qualsiasi momento, accedere alla sezione riservata del Portale lotteria, in modo da consultare gli scontrini e i biglietti virtuali associati e verificare le estrazioni.