poste italiane

Aumenta ancora la paura nel bergamasco, dove due dipendenti delle Poste sono morti per il coronavirus. Ciò che spaventa maggiormente è il fatto che i due abbiano lavorato fino a pochi giorni prima, e che possano dunque aver contagiato diverse persone.

La Cgil ora chiede provvedimenti immediati, tra cui la chiusura degli uffici postali.

Avevano lavorato fino a pochi giorni prima

A parlare è Marisa Adobati, componente della segreteria Slc-Cgil, riportata da Fanpage: “Hanno lavorato fino a pochi giorni fa. Uno in un centro di recapito e l’altro in un ufficio postale di due comuni nella provincia di Bergamo”.

Bergamo sotto “attacco” da covid-19

La situazione, in provincia di Bergamo, è molto tesa: nella giornata di ieri si contavano 3769 contagi complessivi, e una situazione di crisi totale a livello sanitario: l’ospedale Papa Giovanni è fortemente provato per questa situazione e sono partite diverse raccolte fondi per poterlo aiutare.

(Immagine in alto: wikimedia commons / User:mattes)