Cronaca

Morti per Coronavirus due dipendenti delle Poste: avevano lavorato fino a poco prima

Ora la Cgiil chiede che vengano presi seri provvedimenti e che gli uffici postali vengano chiusi, per contenere definitivamente il rischio di contagio
poste italiane

Aumenta ancora la paura nel bergamasco, dove due dipendenti delle Poste sono morti per il coronavirus. Ciò che spaventa maggiormente è il fatto che i due abbiano lavorato fino a pochi giorni prima, e che possano dunque aver contagiato diverse persone.

La Cgil ora chiede provvedimenti immediati, tra cui la chiusura degli uffici postali.

Avevano lavorato fino a pochi giorni prima

A parlare è Marisa Adobati, componente della segreteria Slc-Cgil, riportata da Fanpage: “Hanno lavorato fino a pochi giorni fa.

Uno in un centro di recapito e l’altro in un ufficio postale di due comuni nella provincia di Bergamo”.

Bergamo sotto “attacco” da covid-19

La situazione, in provincia di Bergamo, è molto tesa: nella giornata di ieri si contavano 3769 contagi complessivi, e una situazione di crisi totale a livello sanitario: l’ospedale Papa Giovanni è fortemente provato per questa situazione e sono partite diverse raccolte fondi per poterlo aiutare.

(Immagine in alto: wikimedia commons / User:mattes)

Potrebbe interessarti