Amanda Lear intervista Oggi

Irriverente, schietta e fuori dalle righe, come tutti sono abituati a conoscerla. Amanda Lear è tornata a far parlare di sé rilasciando ad Oggi un’intervista dai molteplici contenuti. Non solo la quotidiana attività sessuale, alla bellezza di ormai 80 anni, ma anche clamorose dichiarazioni sui suoi giovani amanti, sul suo testamento e sul cinema italiano.

Amanda Lear a ruota libera sul sesso a 80 anni

Attrice, scrittrice, cantante, nonché musa ispiratrice del grande Salvador Dalì. La carriera e la vita privata di Amanda Lear vengono raccontate in un’intervista da lei stessa rilasciata al settimanale Oggi.

La diva non si è risparmiata e ha rilasciato dichiarazioni davvero eclatanti con la schiettezza e la libertà che da sempre l’hanno contraddistinta. Nonostante i suoi 80 anni Amanda Lear ha rivelato di continuare a praticare quotidianamente attività sessuale: “Ora, quando ho un giovane amante, mi piace condividere la mia vita in generale, non solo il letto. Due ore di sesso al giorno sono il massimo“. E, dell’ultima fiamma che ha conquistato il suo cuore, rivela: “Un italiano focoso, abbiamo vissuto anni bollenti, finché si è infatuato di una ragazza che annunciava il meteo in tv.

Poco tempo dopo è tornato, mi supplicava di perdonarlo. Scordatelo“. L’attrice mette poi un punto sull’annosa questione legata alla sua sessualità: “Chi ha visto le mie foto su Playboy e continua a dire che sono uomo è sicuramente un idiota“.

L’intero patrimonio sarà lasciato ai 10 gatti

Ma Amanda Lear, si sa, non smette mai di sorprendere. L’attrice ha anche svelato di aver scritto il testamento, nel quale dichiara di voler lasciare tutti i suoi averi… a degli amici davvero speciali: “Ho scritto il mio testamento e ho lasciato tutto il mio patrimonio ai miei gatti.

Ne ho dieci, li amo più di ogni altra cosa e loro amano me… I miei gatti mi hanno salvato, sono stati i migliori medici per me, per questo ho deciso che sono gli unici meritevoli della mia eredità. I miei soldi andranno a una fondazione che ha l’unico scopo di occuparsi dei miei gatti quando non ci sarò più. D’altra parte, devo però aggiungere che amo spendere i soldi, ed è possibile che al momento della mia morte non ci sarà più molto.

Ma si potranno vendere la mia casa, i miei quadri“.

Cinema italiano? “Buffonate

L’intervista ha toccato anche l’argomento relativo alla sua straordinaria carriera, costellata di grandi successi. E proprio sul mondo cinematografico che l’ha vista protagonista nel corso degli anni, Amanda Lear ha lanciato una stoccata al cinema italiano: “Sto girando commedie italiane. In fondo, ridicole. Sfortunatamente gli italiani non hanno una cultura cinematografica meravigliosa come i francesi. In Italia non si girano film seri, solo buffonate. Ma sanno che io mi diverto a farle, e poi la gente è molto disorientata e insicura per quello che succede e per questo vuole ridere“.