flavio briatore

Flavio Briatore da giorni si esprime con la sua consueta schiettezza sulla questione coronavirus, e durante un’intervista recente  ha raccontato di aver ipotizzato di aver avuto il coronavirus, agli esordi dell’epidemia.

Malori e tosse all’esordio dell’epidemia

L’intervista a Stasera Italia su Barbara Palombelli si è sviluppata su due discorsi diversi: da una parte l’opinione critica dell’imprenditore verso il governo, e dall’altra il racconto di una malattia vissuta di recente: “Circa due mesi fa credo di aver preso il virus, ho iniziato ad avere febbre alta e tosse e sono stato malissimo.

Sono andato alla clinica La Madonnina e mi hanno detto che probabilmente era un virus. Poi lo hanno chiamato coronavirus”.

Ovviamente non c’è alcuna certezza clinica e alcuna conferma che Briatore fosse positivo al covid-19, né si può sapere se abbia contagiato, nel caso, qualcuno.

L’opinione sulle manovre di governo

Briatore ha poi fatto un appello diretto al governo, prendendo la sua situazione come esempio: “Bisogna creare liquidità, io sono stato costretto a licenziare molti dipendenti non perché sono fallito o perché sono incapace ma perché è successo questo fatto e il governo ha fatto chiudere le mie aziende.

Ora però bisogna che il governo si prenda carico dei dipendenti licenziati, Conte deve tirare fuori le p***e”.

Pessimo il suo giudizio sul decreto Cura Italia, ritenuto troppo misero per quanto riguarda le cifre: “La Spagna ne ha messi in conto 100, mentre l’Italia con questo decreto farà a pezzi tutti gli imprenditori, tutte le aziende, tutta la gente che lavora e produce ricchezza”.

Approfondisci:

Flavio Briatore, la vera storia dell’imprenditore di Verzuolo

Flavio Briatore boccia in governo italiano: “Sono degli incapaci”