La solidarietà del mondo all’Italia alle prese con l'epidemia da Coronavirus aiuti e medici specializzati in arrivo da Cina, Cuba e Russia per combattere il Covid-19 (Foto Twitter Aeronautica Militare)

Il mondo continua a dimostrare grande solidarietà al nostro Paese, in questo momento di emergenza a causa del Coronavirus. La Cina ha inviato in Italia medici specializzati e migliaia di mascherine e altri materiali sanitari. Ma ci danno una mano anche Russia, Cuba, Brasile, Egitto ed Europa.

In arrivo specialisti e mascherine dalla Russia

Con una telefonata al premier Giuseppe Conte, Vladimir Putin ha infatti annunciato che il Cremlino è pronto a mandare in Italia specialisti e macchinari per combattere la pandemia. Stando a quanto dichiarato in una nota dalle autorità russe: “Il primo aereo Il-76 delle Forze di Difesa Aerospaziale Russe è partito dall’aeroporto militare di Chkalovsky con specialisti militari e attrezzature per la Repubblica Italiana per fornire assistenza nella lotta contro il coronavirus“.

Il velivolo dovrebbe atterrare all’aeroporto militare di Pratica di Mare. Trasporta “una task force di medici militari, specialisti nel campo della virologia e dell’epidemiologia con moderne attrezzature per la diagnosi e la disinfezione“. Stando a quanto riporta TgCom24, l’aiuto della Russia si quantifica in 120 specialisti fra epidemiologi e virologi, camion Kamaz per la disinfezione, ospedali da campo, 100 ventilatori polmonari e 500mila mascherine.

Tra oggi e domani è prevista la partenza di altri 8 aerei.

Ancora aiuti dalla Cina

La Repubblica Popolare Cinese, che già nelle scorse settimane si è dimostrata solidale con il nostro Paese, continua a dare il suo prezioso contributo. Alitalia e Protezione Civile hanno disposto una serie di voli merci con la Cina per trasportare altro materiale sanitario ed esperti medici. Verrà utilizzato un Boeing 777-300ER, l’aereo con maggiore capacità di carico della compagnia aerea. Mercoledì dovrebbe decollare in direzione Shangai, per ritornare in Italia giovedì 26 marzo con 160 metri cubi di materiale utile.

In particolare, circa 3 milioni di mascherine protettive.

Grande attesa per i medici cubani

Alla gara di solidarietà si aggiunge anche Cuba. Sono arrivati i 52 medici e infermieri altamente specializzati e pronti a mettersi a disposizione della lotta al Covid-19. L’assessore al Welfare Giulio Gallera ha ringraziato con queste parole: I medici cubani sono una straordinaria opportunità. All’aeroporto di L’Havana i presenti hanno accompagnato la loro partenza con grida d’incitamento e applausi. Il gruppo di esperti può vantare un intervento fondamentale ad Haiti dopo il disastroso terremoto e in Sierra Leone contro l’epidemia di ebola.

La loro destinazione in Italia è la Lombardia. Una volta atterrati a Milano, si dirigeranno infatti all’ospedale da campo allestito a Crema. I medici cubani portano inoltre con sé un farmaco (interferone Alfa 2B) usato per l’HIV e risultato efficace contro il Covid-19 in Cina e Corea.

Approfondisci:

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus, Rep. Ceca sequestra 680mila mascherine destinate all’Italia

Immagine in evidenza: Twitter Aeronautica Militare @ItalianAirForce