nonna Italica

Italica Grondona, con i suoi 102 anni, diventa un simbolo di forza nella lotta contro l’incubo del Coronavirus. La donna, ormai esempio a livello mondiale, è riuscita a sconfiggere l’infezione che ha messo in ginocchio l’Italia.

La donna, era stata ricoverata all’ospedale San Martino di Genova, dopo aver contratto l’infezione, di recente è stata dimessa tra la gioia dei suoi concittadini. Con orgoglio ne racconta la parabola il sindaco della città, Giovanni Toti, attraverso il suo account Facebook.

Italica, esempio di forza contro il Coronavirus

In una tragedia come quella della pandemia globale da Coronavirus, la storia di Italia Grondona è un raggio di sole che riaccende un filo di speranza.

Proprio lei, che appartiene a quella determinata categoria a rischio, in cui rientrano gli anziani, è riuscita a superare con successo l’infezione da Coronavirus.

La storia di Italica ha fatto il giro del mondo, tanto che alla CNN si è guadagnata il soprannome di Highlander. Sembra quasi un caso, ma forse è proprio in questo nome, Italica, che il nostro Paese, tra i più colpiti dal Covid-19 deve trovare la forza di continuare a combattere e resistere a quello che ormai molti definiscono un nemico invisibile.

Il post del sindaco Toti

Il sindaco di Genova ne ha raccontato la storia, mostrandola come esempio del fatto che l’Italia non lascia indietro nessuno, e di come tutti abbiano diritto alle cure, a prescindere dall’età.

Italica Grondona, 102 anni, per tutti nonna Lina” scrive Giovanni Toti su Facebook. “Guarita dal coronavirus e dimessa dall’Ospedale San Martino di Genova dov’era stata ricoverata nei giorni scorsi. Ho voluto sentirla personalmente al telefono perché è già diventata un simbolo di speranza per tutti noi.

E anche un esempio di come tutti vengono curati, a prescindere dall’età. Non ci sono distinzioni. Mi ha ringraziato dicendomi che è stata curata bene e le sue parole sono sicuramente la cosa migliore della giornata che mi hanno dato una forza incredibile“. Poi prosegue: “La sua storia ha fatto il giro del mondo: la chiamano la Highlander. Per noi è semplicemente una grande ligure: forte, tenace, resistente… e non a caso spegne le candeline sulla torta Panarello! Forza Lina e grazie, non è un caso il tuo nome, Italica: sei una bella pagina della nostra storia!

“.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus