carrello della spesa

Scippo delle buste della spesa ai danni di anziani: sarebbe la nuova frontiera della criminalità ai tempi del Coronavirus segnalata a Napoli da diverse persone, secondo quanto riportato dal quotidiano Il Mattino.

Scippi della spesa segnalati a Napoli

A Napoli, secondo quanto riportato da Il Mattino, sarebbero stati segnalati casi di scippi delle buste della spesa ai danni di anziani. Il modus operandi, in più di una vicenda descritta dal quotidiano, sarebbe lo stesso: persone aggredite alle spalle da giovani a bordo di uno scooter.

Ansa cita il caso di un 67enne, raccontato ancora dal Mattino, che in pieno centro storico si sarebbe visto derubato dei sacchetti della spesa.

Ma la situazione sarebbe critica e tesa in diverse aree del territorio nazionale, dove il rischio di un’escalation di condotte criminali ha imposto una stretta osservazione su esercizi commerciali come farmacie, parafarmacie, macellerie e supermercati. Proprio per impedire assalti a questi ultimi, a Palermo si è scelto di presidiare alcuni punti vendita con i reparti antisommossa.

Le parole di Francesco Emilio Borrelli

Sulla questione relativa alle segnalazioni di presunti scippi della spesa ai danni di anziani, è intervenuto Francesco Emilio Borrelli, consigliere dei Verdi in Regione Campania.

In un suo post pubblicato su Facebook si legge quanto segue: “L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha gettato nel caos diversi territori del napoletano facendo venire alla luce nuove tipologie di crimini, come quello dello scippo della spesa, perpetuato soprattutto a danno di persone anziane“.

Borrelli è intervenuto sul punto ai microfoni della trasmissione radio La Radiazza (programma in cui una cittadina, in collegamento telefonico, ha segnalato episodi del genere): “Occorre al più presto intervenire duramente per ripristinare l’ordine e la legalità in queste zone, prima che sia troppo tardi.

Ci sono criminali che si approfittano dell’emergenza sanitaria per poter delinquere e fare i propri comodi (…). Servono controlli serrati e continui da parte delle forze dell’ordine, che comunque stanno svolgendo un lavoro straordinario, e c’è bisogno anche della collaborazione della cittadinanza che deve denunciare l’illegalità“.

Post di Francesco Emilio Borrelli su Facebook
Post di Francesco Emilio Borrelli su Facebook