Cronaca dal Mondo

Coronavirus: negli Usa oltre 300mila casi, la Spagna supera l’Italia

Coronavirus nel mondo: gli Stati Uniti superano i 300mila casi, la Spagna ha più contagi dell’Italia. Quasi 65mila morti in totale. Sanchez preoccupato per il futuro dell'Ue
fosse comuni a new york notizia smentita solo parzialmente

L’avanzata della pandemia prosegue inesorabile in tutto il mondo. Gli Stati Uniti in poco tempo hanno preso il posto dell’Italia, conquistando il triste primo posto del numero di contagiati. Secondo la Johns Hopkins University, l’America di Trump conta al momento 312mila casi dall’inizio dell’emergenza, superando di gran lunga la Spagna al secondo posto (126mila) e la nostra Italia (124mila). Seguono Germania (96mila), Francia (90mila) e Cina (82mila). Da quando il Coronavirus ha iniziato a diffondersi dalla cinese Wuhan, ha colpito un milione e 204mila persone. Di queste, già quasi 65mila sono decedute.

Spagna 2°. Sanchez: “L’Unione è a rischio”

I numeri dell’Oms sono meno elevati, ma altrettanto preoccupanti: 1 milione e 93mila contagi, 58mila morti. Al momento, uno dei Paesi in maggiore difficoltà insieme al nostro è la vicina Spagna. Il presidente Pedro Sanchez ha prorogato lo stato d’allarme fino al 26 di aprile, scrive El Pais. Con una lettera al Guardian, Sanchez ha inoltre espresso i suoi timori per il futuro dell’Unione Europea, sottolineando la necessità di un nuovo Piano Marshall europeo per uscire dall’emergenza. “L’Europa sta affrontando la sua peggior crisi dalla Seconda Guerra Mondiale.

O siamo solidali fra noi, o l’Unione fallisce”, ha scritto. Lo Stato spagnolo conta ormai 11mila morti, con la capitale Madrid che guida la triste classifica: 36mila casi e quasi 5mila decessi. Superando l’Italia, la Spagna ora è il secondo Stato al mondo con il maggior numero di contagi, dietro solo agli Stati Uniti, che versano in una situazione sempre più allarmante.

Il triste primato degli Usa: oltre 300mila contagi

Gli Usa hanno ormai superato la soglia dei 300mila contagi, di cui 8.500 si son tradotti in decessi.

Lo Stato di New York resta di gran lunga il più colpito, con i suoi 115mila casi e 3.500 morti (dati New York Times).

Solo nella giornata di ieri, New York ha contato 630 decessi in tutto lo Stato: il dato peggiore dall’inizio della pandemia. Secondo quanto riportato dal Guardian, Donald Trump ha annunciato alla Nazione che il peggio deve ancora venire. “Preparatevi a tanta morte, le prossime settimane saranno le più difficili”, ha ribadito il Presidente americano. La Cina, invece, ha registrato un leggero rialzo dei contagi: nella giornata di sabato 4 aprile ce ne son stati 30 in più, arrivando così a 82.574 totali (dati Johns Hopkins University).

Potrebbe interessarti