ornella vanoni

Ornella Vanoni fa molta attenzione in questi giorni di quarantena. Sin dal primo momento in cui in Italia è scatto il lockdown la cantante ha esortato i suoi concittadini, invitandoli al rispetto delle norme anti-contagio e all’osservanza del distanziamento sociale.

L’isolamento -Orenlla scende solo per fare la spesa quando necessario- l’ha condotta a profonde riflessioni, come racconta il settimanale Oggi. Ripensa al passato e realizza di avere solo due grandi rimpianti nella vita: Gino Paoli e suo figlio.

La quarantena di Ornella Vanoni

La quarantena della Vanoni appare scandita da momenti salienti.

Qualche spesa, durante la qualche procede indisturbata, poiché non riconosciuta: “Non capiscono chi sono, ho i capelli indietro, bardata, mascherina e occhiali; ogni tanto mi scoprono per la voce” e poi relax.

Ornella ne approfitta per leggere un buon libro, rivedere qualche vecchio classico hollywoodiano e sorseggiare un bicchiere di vino. “Se mi togliete anche quello mi sparo” scherza. E infine tante telefonate e videochiamate con i nipoti e trova anche il tempo di pubblicare qualche video su Instagram.

I rimpianti di Ornella Vanoni

Poi immaginando di essere altrove, Ornella Vanoni ha ammesso:Vorrei andare in Liguria da Gino (Paoli) e sua moglie.

Vorrei stare con loro, ci sto bene quello con Gino è un grande amore finito, ma non mi toglie il piacere della loro compagnia. Hanno una situazione meravigliosa” confessa.

Di sicuro Paoli è uno dei suoi più grandi rimpianti, è lei stessa dirlo: “Non essere riuscita a tenere Gino, anche se sono andata via io” Ma di rimpianti ne ha due: “L’altro è mio figlio: gli sono stata troppo poco vicino, ho perso la prima maternità, ma dovevo lavorare“.

E tra quello che è stato, quello che poteva essere e quello che sarà Ornella ha già le idee chiare, per quando il lockdown sarà finito. Resto in casa” annuncia convinta. “Correranno tutti e ovunque, ci sarà l’ assalto ai parrucchieri“.