ornella vanoni

Protagonista della prima puntata di In Arte, condotto da Pino Strabioli su Rai 3, Ornella Vanoni si è intimamente raccontata. Non solo la lunga e impegnativa carriera da cantante, ma l’artista ha ripercorso anche la sua vita privata, amore dopo amore.

Dalla tormentata storia con Gino Paoli, alla rottura con Giorgio Strehler, fino al matrimonio con Lucio Ardenzi, in arte Luci Minunni. La cantante e l’impresario teatrale sono stati sposati per 12 anni. Da questo matrimonio, celebrato nel 1960, nacque poi il figlio della Vanoni, Cristiano Ardenzi.

Cristiano sempre lontano dai riflettori

Poco si sa di Cristiano Ardenzi, dal momento che mamma Ornella si è sempre premurata di tenere il figlio lontano dai riflettori.

Per la prima volta la Vanoni ha parlato di lui al funerale dell’ex marito Lucio, morto nel 2005. Fino ad allora ha sempre fatto in modo di tutelare la sua privacy.

D’altronde la cantante ha sempre saputo, fin dal primo momento, che per suo figlio crescere accanto ad una madre come lei sarebbe stato diverso che per gli altri bambini.Per tutti i figli delle donne di successo è un pò complicato” spiega la cantante parlando di Cristiano e di come abbia sempre dovuto fare i conti con la sua fama nazionale.

Il ruolo di nonna

Quel tempo è passato, però. Ora Ornella ad 85 anni è una nonna amorevole e lo riconosce.Sono la nonna più straordinaria del mondo“.

Eppure il suo rapporto con i nipotini è costantemente tenuto d’occhio dal figlio Cristiano. Con il sorriso sotto i baffi la Vanoni infatti ammette: “Mio figlio mi guarda con sospetto“.

Ornella Vanoni e Lucio Ardenzi

Nel corso dell’intervista con Strabioli, la Vanoni ha passato in rassegna tutti i suoi amori tormentati.

Ma di tutte le relazioni, quella con l’impresario teatrale Lucio Ardenzi è quella che merita una menzione speciale, poiché da quel rapporto è nato suo figlio.

Ardenzi giunse sulla strada di Ornella Vanoni in un momento di grande fragilità per la vita della cantante. “Non sapevo cosa fare di me. Mi ero lasciata con Strehler che era sposato, amavo Paoli che era sposato, incontro Ardenzi, mi sposo“. Da poco lei aveva preso la decisione di lasciare definitivamente il cantante genovese Gino Paoli.

Mi tradiva in continuazione. Poi, non lo trovavo mai. E piangevo. L’ho lasciato col cuore che era uno spezzatino“. Insomma, l’incontro con Lucio spazzò via ogni malinconia e spalancò le porte di una nuova vita.