Cronaca dal Mondo

Dichiarata morta, riprende coscienza nella sacca delle pompe funebri

Una donna del Paraguay è stata dichiarata morta e consegnata alle pompe funebri, ma la cinquantenne, ancora viva, si è risvegliata dentro un sacco nero
Morto in ospedale

In Paraguay, una donna è stata dichiarata morta e consegnata alle onoranze funebri. Tuttavia, la 50enne era ancora viva e ha ripreso coscienza nel sacco delle pompe funebri.

Quando la morte è un falso allarme

Sembra la trama di un film dell’orrore, invece è tutto vero. È successo a Coronel Oviedo, città a 132 km dalla capitale del Paraguay, stato del continente sudamericano dove non si lotta solo contro il Covid-19, ma anche contro la terribile febbre di Dengue. Il certificato di morte di Gladys Rodríguez Duarte è stato rilasciato dai medici ai familiari della donna, decedutasecondo gli stessi per un cancro alle ovaie, di cui la donna soffriva da tempo.

Come riportano numerose fonti, la donna sarebbe stata ricoverata alle 9.30 a causa di un improvviso aumento della pressione arteriosa, ma già alle 11.20 il dottore avrebbe segnato l’ora del decesso, dando poi la triste notizia alla figlia Sandra e al marito Maximino Duarte Ferreira.

La storia tuttavia qui assume le già citate tinte horror. La 50enne Gladys era ancora viva e si sarebbe risvegliata all’interno di un sacco nero, dimenandosi nella speranza che si accorgessero di lei in tempo e, fortunatamente, così è stato.

Gli impiegati hanno visto muoversi la sacca nera di Gladys e hanno prontamente chiamato i soccorsi.

L’indignazione dei familiari

Come riportano le fonti, il marito e la figlia di Gladys hanno criticato il medico che ha dichiarato il decesso della donna. In prima linea contro il dottore, la figlia Sandra: “L’ha consegnata nuda come un animale insieme al certificato di morte. Non ha nemmeno tentato di rianimarla – riporta Il MessaggeroCi siamo fidati di lui, ecco perché siamo andati lì.

Ma i medici non hanno fatto altro che consegnarla alle onoranze funebri“.

Dopo i primi soccorsi ricevuti dagli impiegati delle onoranze funebri, la cinquantenne è stata ricoverata in un’altra struttura ospedaliera e al momento le sue condizioni di salute sembrano stabili.

Potrebbe interessarti