Primo piano Jovanotti in bici lungo la Panamericana

Si chiama Non voglio cambiar pianeta la serie che andrà in onda a breve su Raiplay e che vedrà protagonista Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti.

Il noto cantautore ha viaggiato in solitaria in sella alla sua bici per oltre 4mila chilometri, tra Cile e Argentina, e ha voluto condividere con tutti questa bellissima avventura.

Il sodalizio con Raiplay era già avvenuto grazie a Fiorello e al suo Viva Raiplay! che tempo fa aveva avuto ospite proprio Jovanotti.

L’annuncio dell’uscita del docutrip

Il cantautore italiano si era già ingegnato nelle scorse settimane tenendo compagnia ai suoi fan con il Jova House Party, un format in diretta Instagram in cui ogni giorno vengono “ospitati” amici e colleghi.

Un modo per entrare in casa della gente e alleggerire questi strani giorni che stiamo vivendo.

Ed è stato proprio durante uno degli ultimi appuntamenti giornalieri, che Lorenzo ha annunciato l’imminente approdo sulla piattaforma digitale della Rai con un docutrip sul viaggio in bici che lo ha impegnato negli scorsi mesi lungo la Panamericana, ovviamente prima dell’emergenza Coronavirus.

Il viaggio tra Cile e Argentina

Un viaggio lungo circa 4000 chilometri, iniziato in Cile e conclusosi in Argentina quello di Jovanotti, il quale ha immortalato la sua avventura su dei video che chi vorrà vedrà nelle 16 puntate che andranno in onda dal 24 aprile.

Tra gennaio e febbraio ho fatto un viaggio in bicicletta nell’altra parte del mondo“, ha scritto Lorenzo sui social. “Sono tornato e il mondo era diventato un altro. Ho fatto un viaggio per cercare un po’ d’isolamento nella natura. Sono tornato e mi sono trovato dentro a un altro isolamento, questa volta obbligato dalla natura stessa”.

Post Instagram di Jovanotti su Non voglio cambiar pianeta
Post Instagram di Jovanotti su “Non voglio cambiar pianeta”

Ho fatto un viaggio per prepararmi al futuro, e sono tornato impreparato a questo presente, ma ripensando a quei 4 mila chilometri a pedali mi rendo conto che neanche uno di quei chilometri è andato perduto. Mai come oggi è chiaro a tutti che la nostra vita è un grande viaggio pericoloso nell’ignoto, anche stando seduti in casa“, ha scritto sui social.

La passione per i viaggi in bici

In realtà, non è la prima volta che Jovanotti si lancia in un’avventura simile: già qualche anno fa, nel 2017, aveva pedalato per circa 20 giorni in un percorso di circa 3000 chilomentri sull’Isola di Aoteaora, nel sud della Nuova Zelanda.

Anche in quell’occasione, Lorenzo aveva ripreso il viaggio con una serie di video che successivamente hanno dato vita a un altro documentario, Vado a farmi un giro.

Il viaggio e la bici, che consente di rimanere a contatto con la natura e tutto il mondo circostante, sono dunque una costante nella vita di Lorenzo Cherubini; viaggi che, probabilmente, sono in primis viaggi alla ricerca di se stessi.

Il sodalizio con Raiplay

L’idea di una collaborazione era già nell’aria quando Jovanotti fu ospite di una puntata di Viva Raiplay!

Abbiamo potuto contare su un fuoriclasse come Rosario Fiorello: nel suo show ha avuto come ultimo ospite Lorenzo”, ha dichiarato Elena Capparelli, direttrice della piattaforma Rai, come riportato da Repubblica.

Conosceva RaiPlay, navigava sulla nostra piattaforma e ci siamo detti subito: vedrai che faremo un progetto insieme, ha aggiunto poi riferendosi a Jovanotti. “In quell’occasione ci disse che stava per partire per un lungo viaggio in bicicletta. In questo momento viaggiare con la testa on the road, può essere l’occasione di ossigenarsi”.

Guarda il video

"Non voglio cambiare pianeta", dal 24 aprile su RaiPlay

"Questo pianeta è un miracolo".Un'esperienza intima, in quindici puntate, dedicata a chi ama viaggiare, anche solo con la fantasia.#NonVoglioCambiarePianeta, Lorenzo Jovanotti Cherubini in esclusiva su RaiPlay dal 24 aprile.#RaiPlayOriginals

Pubblicato da UFFICIO STAMPA RAI su Martedì 14 aprile 2020

Approfondisci:

Jovanotti sul tradimento di Francesca Valiani: “Mi misi in discussione”

Coronavirus, Jovanotti: “Forza e coraggio.

Ce la faremo”