camila aldana tarocco primo piano

Continuano i casi di violenza ed omicidi sulle donne ad opera dei propri mariti o ex compagni: come accaduto a Camila, una giovane donna 26enne e mamma di due bambini che sembrava scomparsa nel nulla. Ma la verità era ben altra. 

Giovane donna scomparsa: ritrovato il cadavere

Camila Aldana Taroco era scomparsa  da 11 giorni. Dopo la sua scomparsa si sono avviate le indagini della polizia che hanno subito concentrato i sospetti sul suo ex fidanzato, il principale indiziato di questo orrendo femminicidio.

La polizia, riporta il giornale argentino Perfil, si è messa sin da subito sulle tracce della giovane mamma, fino al ritrovamento del suo cadavere in un campo tra Monsegur Avenue e San Cayetano (Moreno, , in un punto non distante da casa sua e da casa del suo ex fidanzato Ariel Alberto Gonzales.

Le ricerche si sono concentrate in quella zona dopo che la polizia si è accorta di un particolare indizio: c’era della terra smossa in quel campo. Le ricerche condotte in quell’area hanno poi portato alla tragica scoperta: il ritrovamento del  cadavere di Camila all’interno di una borsa nera.

 

Sospettato l’ex fidanzato

Il principale sospettato rimane l’ex fidanzato anche se le indagini non sono ancora concluse. Molti amici di Camila sono certi della colpevolezza di Gonzales, e su Facebook non hanno risparmiato accuse pesanti nei confronti del ragazzo.

Intanto, riporta il Perfil, Gonzales è stato interrogato dal pubblico ministero e le sue dichiarazioni sembrano non essere convincenti, l’uomo ha anche già violato una detenzione domiciliaria impostagli per violenza di genere.

Rimangono ancora sconosciuti i motivi di tale crudele omicidio. Il sospetto principale è che possa essere per gelosia.

Pare, infatti, che Camila avesse da poco iniziato una relazione con un nuovo fidanzato.

Approfondisci

Coronavirus, la quarantena silenzia la violenza sulle donne: l’appello del Telefono Rosa