immagine di un sismografo che registra un terremoto

Questa notte ci sono state due scosse in Calabria ed Emilia Romagna, senza riportare danni o persone ferite mentre sono di pochi giorni fa le scosse nel siracusano. I fenomeni sismici continuano ad interessare la Penisola, da sempre molto attiva geologicamente. Ne è la prova l’Etna, che ha ricominciato ad eruttare con una colata lavica dal cratere di Sud-Est. Un altro sciame sismico ha interessato la provincia di Pavia, dove l’Ingv ha registrato una scossa di magnitudo 3.7 della scala Richter alle 11.52.

Terremoto a Pavia: registrate due scosse

Nell’Oltrepò Pavese si sono registrate questa mattina 2 scosse di terremoto.

La prima alle 7.16 a Brallo di Pregola, di magnitudo 2.9 con profondità di 17 km.

La seconda scossa si è avuta a Montalto Pavese ed è stata più consistente. La magnitudo è di 3.7 con una profondità di 32 km. Non si sono registrati danni a cose e persone, anche se quest’ultima scossa è stata avvertita nel resto della provincia, fino a Milano nei piani più alti dei palazzi.

L’Etna torna ad eruttare

L’Ingv riporta anche della piccola fontana di lava che ha iniziato a zampillare dal cratere sul lato Sud-Est dell’Etna.

I vulcanologi hanno individuato un’anomalia termica dovuta all’attività stromboliana (il tipo di eruzione) in corrispondenza del “cono della sella”.

COMUNICATO DI ATTIVITA' VULCANICA del 2020-04-19 06:36:41H UTC (08:36:41H ORE LOCALI) – ETNA.L'Istituto Nazionale di…

Pubblicato da INGVvulcani su Domenica 19 aprile 2020

La colonna di fumo visibile per chilometri si è alzata dalle vette innevate del vulcano, il più alto attivo nella placca euroasiatica. Lo stesso cratere Sud-Est, ad aprile di 20 anni fa, fu protagonista di un’eruzione record durata 7 mesi.

L’ironia social sul 2020

Questa giornata geologicamente movimentata non ha potuto non scatenare una certa ironia sui social. L’Italia, alle prese con la pandemia del coronavirus, guarda con un po’ di paranoia (forse meritata) gli eventi della natura che sfuggono al controllo umano, grandi o piccoli che siano.

Etna in eruzione e terremoto in provincia di Pavia, che dire questo 2020 procede a gonfie vele“, scrive una utente su Twitter, attirando non pochi consensi. “Covid19, terremoto nel pavese, Etna in eruzione. Ok 2020, siediti dobbiamo parlare“, scrive qualcun altro.

Non è mancata all’attenzione dei più scaramantici il fatto che appena 2 giorni fa sia stato un venerdì 17 di un anno bisestile.

Una serie di coincidenze e avvenimenti che forse mette alla prova anche i più scettici.