barbara d'urso in primo piano

Nelle scorse ore il figlio di Al Bano e Romina si è espresso in un tremendo e shockante messaggio con destinataria Barbara D’Urso. Il tutto tramite storie di Instagram che, ore dopo, sono ancora disponibili. Nel messaggio, Yari Carrisi dice che la D’Urso deve morire.

Lo shockante messaggio di Yari Carrisi

È veramente difficile poter giustificare un messaggio del genere, indirizzato a chiunque, tanto più a una persona colpevole di fare “cattiva televisione”. Non la pensa così però Yari Carrisi: il compositore e figlio d’arte ha pubblicato una storia che lascia poco spazio ai fraintendimenti.

La Durso deve morire“. Puro e semplice.

Non contento, nelle storie successive Carrisi ha pubblicato anche gli screenshot delle risposte arrivate al suo attacco diretto alla D’Urso. “Hai ragione! Ok” si legge, “Come minimo” riporta un altro commento. Sono passate 8 ore da quel messaggio e nonostante le pesanti critiche è ancora disponibile. Così come la spiegazione fornita da Carrisi.

La giustificazione del figlio di Al Bano

Nell’ultima storia disponibile, infatti, Yari Carrisi torna sulla shockante frase su Barbara D’Urso. “È ovvio che mi riferisco al programma – si legge – e non alla persona che ha dato il nome al programma” si giustifica.

Per poi attaccare il suo programma, Live – Non è la D’Urso, che “si approfitta della gente e delle sventure delle persone“. Quindi chiarisce nuovamente: “Non è mai stata mia intenzione augurare la morte a nessun essere vivente ma esclusivamente augurarmi la fine di un programma che ritengo dannoso“.

Una giustificazione che, francamente, suona un po’ di unghie sui vetri: nella prima storia si rivolge alla “Durso” come “La“, e scritto così non ha c’era proprio modo di pensare in modo “ovvio” – come detto da Carrisi – che si riferisse al programma.

La diretta interessata, invece, ha replicato di sponda. Su Twitter Barbara D’Urso ha condiviso la risposta della sorella, che ha ribattuto a Yari dicendo: “Quindi tu figlio di Al Bano e Romina Power, stai dicendo che mia sorella deve morire? Quindi vuoi che mia sorella muoia? Le stai augurando la morte?“.