giulio tarro e roberto burioni in primo piano

Quando i potenti litigano, ai poveri toccano solo dei guai, diceva Fedro e certo non si può sorvolare sulla querelle che ha coinvolto due persone in questo momento al centro dell’attenzione e non per scandali, non per gossip ma per il ruolo decisivo che giocano in piena emergenza Coronavirus.

Parliamo di due virologi, tra i luminari italiani, Giulio Tarro – medico, scienziato e professore universitario ex primario di virologia dell’Ospedale Cotugno – e di Roberto Burioni – medico, accademico e divulgatore scientifico – al centro di una quanto mai bizzarra lite su Twitter.

Coronavirus, quando a litigare sono anche i medici

Dopo i personaggi televisivi, i politici, gli chef e i giornalisti, l’emergenza Coronavirus ci ha insegnato che anche i medici litigano e il modus non è tanto diverso da quello a cui siamo soliti essere spettatori. Un post su Twitter, un commento velenoso e una replica da cui poi scaturisce una seconda replica, in un altro “luogo social”, a distanza di giorni.

Il copione del “litigio pubblico”, è sempre lo stesso ma sicuramente colpisce che ad esserne protagonisti siano due medici, non che i dottori non possano concederselo, ma che lo facciano in piena emergenza epidemiologica.

Uno scontro di vedute, due pareri opposti, la visione distintamente polarizzata capace di generare un battibecco semplicistico, ridotto all’osso.

Il casus belli tra Burioni e Tarro: il tweet di Rotondi

Casus belli della lite tra Roberto Burioni e Giulio Tarro, un post scritto su Twitter da Gianfranco Rotondi: “Il virologo Giulio Tarro, primario emerito del Cotugno (isolò il vibrione del colera), due volte candidato al Nobel, oggi scommette la sua reputazione dicendo che tra un mese il CORONAVIRUS ci abbandonerà come tutti i corona influenzali“.

Al momento della dichiarazione, controcorrente rispetto a quanto dichiarato da molti altri esperti, Tarro si trovava ospite di Giletti in quel di Non è L’Arena, ove aveva anche aggiunto: “Con l’estate avremo abbastanza immunizzati e non ci sarà motivo per stare ulteriormente agli arresti domiciliari“.

gianfranco rotondi roberto burioni twitter
Il tweet di Rotondi e la risposta piccata di Roberto Burioni. Fonte: Twitter

La frecciatina di Roberto Burioni

Proprio sotto al tweet di Rotondi però, politico e parlamentare, risponde direttamente Roberto Burioni con un intervento fuori dal campo di quelli che certo non passano inosservati: “Tarro è stato candidato al Nobel quanto io a Miss Italia“.

Una critica ad effetto “argomento fantoccio” e non ha quasi più rilevanza la portata della dichiarazione di Tarro in tema Coronavirus quanto più la veridicità presunta o tale dell’esser stato effettivamente candidato al Nobel, merito messo in discussione da Burioni.

La replica di Giulio Tarro: il tweet

Di tutto punto, la replica di Tarro che sempre su Twitter ha voluto ribattere all’insidiosa stoccata del collega: “Burioni scrive su Twitter: Se Tarro è virologo da Nobel, io sono Miss Italia. Su una cosa ha ragione: lui deve fare solo le passerelle come Miss Italia, ma senza aprire bocca“.

giulio tarro roberto burioni twitter
La replica di Giulio Tarro a Roberto Burioni su Twitter. Fonte: Twitter

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Burioni e gli scienziati: ecco la proposta per la Fase 2

Coronavirus, Roberto Burioni: la via dell’immunità naturale