Vittorio Feltri e Matteo Salvini a

Bufera su Vittorio Feltri per le affermazioni sui meridionali a Fuori dal coro, che ha definito “in molti casi inferiori“. Il giornalista ha scatenato nuovamente un vortice di polemiche e Matteo Salvini è intervenuto sulla questione, durante un’intervista all’emittente Radio Crc.

Le affermazioni di Feltri scatenano la bufera

Ospite di Mario Giordano a Fuori dal coro, il 21 aprile scorso, Vittorio Feltri è finito nuovamente nel vortice delle polemiche per quanto affermato in merito alla decisione di chiudere i confini della Campania avanzata dal governatore Vincenzo De Luca sull’emergenza Covid-19.

Le parole del direttore di Libero non sono rimaste chiuse nella cornice del format di Rete 4, e alla fine hanno innescato forti proteste da più parti, compresa una presa di posizione da parte del Consiglio Nazionale Ordine dei giornalisti (Cnog).

Il fatto che la Lombardia sia andata in disgrazia per via del Coronavirus ha eccitato gli animi di molta gente che è nutrita di un sentimento di invidia e di rabbia nei nostri confronti, perché subisce una sorta di complesso di inferiorità. Io non credo ai complessi di inferiorità. Credo che i meridionali in molti casi siano inferiori.

Vorrei chiedergli se la chiusura sarà solo in entrata o anche in uscita, perché a me risulta che tutti gli anni 14mila campani vengano a Milano a farsi curare (…) perché le strutture sanitarie sono più rassicuranti“.

Mario Giordano è intervenuto poco dopo: “Adesso mi fai arrabbiare i telespettatori della Campania, direttore, non puoi dirlo questo“, incassando una replica che, se possibile, ha gettato ulteriore benzina sul fuoco della discordia con un “Ma chi se ne frega se si arrabbiano…“.

L’intervento di Carlo Verna

Immediato l’intervento di Carlo Verna, presidente Cnog: “Il consiglio valuta danno di immagine per giornalisti, segnalazioni per conduttori tv e intervento Agcom per hate speech in trasmissioni“.

Ritengo che i comportamenti di questo signore rischino di travolgere l’immagine dell’intera categoria dei giornalisti italiani che è mio dovere tutelare, a tal fine sarà dato mandato a un legale. L’Ordine nazionale si è tempestivamente relazionato con Agcom, cui tempo fa ha fornito un contributo significativo sul regolamento relativo al no hate speech, e monitorerà le trasmissioni in cui con maggiore frequenza in questi ultimi giorni sono state ascoltate espressioni ampiamente fuori le righe caratterizzate da linguaggio discriminatorio.

Credo, infine, che il nostro codice preveda una sorta di fattispecie di “incauta ospitata” a carico dei conduttori delle trasmissioni che pure saranno deferiti ai consigli di disciplina qualora non si dissocino fermamente come la carta dei doveri dei giornalisti esige (…)”.

Le parole di Matteo Salvini

Sulla vicenda è intervenuto anche Matteo Salvini, intervistato da Radio Crc. Il leader della Lega ha criticato la posizione di Feltri, sostenendo quanto segue durante la diretta della trasmissione Barba&Capelli, di Corrado Gabriele.

A me è sembrata francamente una caz***a l’affermazione del direttore Feltri sulla inferiorità dei meridionali.

Sono assolutamente in disaccordo perché se per un giornalista è scorretto in tempo di pace fare considerazione che dividono il Paese, è scorretto e ingiusto farlo in tempo di guerra“.

Feltri risponde alle polemiche

Su Twitter, il giornalista ha scelto di ritornare sull’argomento con una precisazione che lo vedrebbe contrariato per lo strascico polemico che lo ha visto nuovamente protagonista. Dal suo punto di vista, le parole pronunciate a Fuori dal coro sarebbero riferite all’economia.

Mi pare del tutto evidente che il Sud e la sua gente siano economicamente inferiori rispetto al Nord.

Chi non lo riconosce è in malafede. L’antropologia non c’entra con il portafogli. Noto ancora una volta che le mie affermazioni vengono strumentalizzate in modo indegno“.

Mario Giordano replica su Twitter

Anche il conduttore torna sulla questione, stavolta via Twitter, per chiarire la sua posizione davanti alla mole di critiche scaturita dalle dichiarazioni di Vittorio Feltri.

Visto che qualcuno me lo chiede ribadisco ciò che avevo già detto in trasmissione (per essere più chiaro): sarò sempre contento di ospitare Feltri e di lasciarlo libero di dire ciò che crede, ma non condivido il suo pensiero sui meridionali. È lontano anni luce da ciò che penso“.