Cronaca

Fase 2, Palazzo Chigi precisa sui “congiunti”: le regole per i fidanzati

La principale novità del nuovo Dpcm è senza dubbio la possibilità di far visita ai congiunti. Dopo le prime polemiche scoppiate sul web arrivano i chiarimenti da Palazzo Chigi: per congiunti si intendono parenti e affini.
Il Premier Giuseppe Conte

La sera del 26 aprile il premier Giuseppe Conte ha parlato alla nazione ed ha illustrato il piano per la cosiddetta “fase 2”, che avrà inizio a partire dal prossimo 4 maggio. La principale novità delle misure di contenimento del virus previste in questa seconda fase è la possibilità di far visita ai congiunti. Il termine “congiunti” ha però fatto scoppiare un vero e proprio dibattito online. Il popolo del web ha chiesto una precisazione per capire bene chi rientra nella categoria dei “congiunti” e, a distanza di poche ore, Palazzo Chigi ha risposto chiarendo la questione.

Palazzo Chigi chiarisce: per congiunti si intendono anche fidanzati e compagni

Il testo del nuovo decreto enuncia che nella fase 2 dell’emergenza coronavirus saranno permessi “gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie“.

Palazzo Chigi è intervenuto chiarendo i dubbi interpretativi emersi dal testo del provvedimento: per congiunti si intendono anche fidanzati e compagni.

Vale a dire che da lunedì 4 maggio, giorno in cui avrà ufficialmente inizio la seconda fase, gli italiani potranno far visita non solo ai propri nonni, genitori, figli, nipoti o le persone alle quali sono legati giuridicamente, ma anche alle persone con cui hanno una relazione affettiva stabile. Palazzo Chigi ha quindi precisato che nella categoria dei congiunti rientrano parenti e affini, includendo pertanto non solo le coppie il cui legame è riconosciuto dalla legge, ma anche fidanzati e compagni.

In arrivo le Faq per chiarire ulteriori dubbi interpretativi

Inoltre, nei prossimi giorni è prevista la pubblicazione delle Faq volte a chiarire ulteriori dubbi interpretativi che sono sorti, o che potranno sorgere successivamente, in merito al Dpcm del 26 aprile riguardo le nuove misure di contenimento dei contagi da rispettare per tutta la durata della fase 2.

La polemica scoppiata sui social

Subito dopo la conferenza stampa di domenica 26 aprile, il popolo del web è insorto e nel giro di poche ore l’hashtag “congiunti” è divenuto un trend topic su Twitter. Contemporaneamente, lo stesso termine è stato anche il più ricercato sui motori di ricerca.

Vista la reazione del web e lo scoppio della polemica sui social, Palazzo Chigi ha ritenuto necessario intervenire per chiarire a quali legami di parentela e affettivi fa riferimento il testo del nuovo Dpcm in vigore dal prossimo 4 maggio.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus
Coronavirus, Mattarella: “Le scuole chiuse sono una ferita per tutti
Coronavirus e Fase 2: i vescovi contro il Governo sul no alle messe

Potrebbe interessarti