Cronaca

Napoli, rapinano una banca poi fuggono in contromano: morto un poliziotto

È morto un poliziotto di 37 anni mentre cercava di intercettare la fuga di 3 malviventi che avevano appena messo a segno un colpo in banca in provincia di Napoli
auto della polizia distrutta

L’Italia perde un servitore esemplare. La sua e la nostra famiglia orfani di un affetto insostituibile. Era coraggioso come un leone“, sono queste le parole con le quali l’Fsp Polizia ricorda con un comunicato stampa Pasquale Apicella, il poliziotto morto a Napoli a soli 37 anni dopo aver cercato di intercettare 3 malviventi che avevano appena messo a segno un colpo ad una banca.

Napoli, malviventi assaltano una banca

La drammatica notizia di cronaca arriva da Napoli, precisamente all’altezza di Calata Capodichino.

Pasquale Apicella si trovava a bordo della volante “Secondigliano 11”, insieme al collega assistente capo coordinatore Salvatore Colucci quando si sono trovati nel pieno di quella che era la fuga di 3 malviventi che avevano appena messo a segno un colpo ad una filiale del Credito Agricolo.

Dopo essere stati intercettati, i 3 malviventi a bordo di un’Audi – 3 uomini residenti nel campo nomadi di Giugliano – hanno imboccato ad altissima velocità e contromano la via alla fine del quale si era posta l’auto della Polizia, pronta a bloccarli.

L’impatto tra due vetture è stato devastante: secondo quanto appreso, non ci sarebbero resti del parabrezza dell’auto della Polizia mentre il motore dell’Audi dei malviventi sarebbe stato trovato fuori, sbalzato via nell’impatto.

Morto un poliziotto di 37 anni

Nello scontro, il poliziotto di 37 anni, Pasquale Apicella, ha perso la vita. A nulla è valso l’intervento dei medici: il poliziotto è deceduto. Diversa invece la sorte per il collega che, dopo aver riportato qualche ferita, è stato dimesso dall’ospedale.

Coraggioso come un leone, lavoratore instancabile, sempre solare nonostante tutto, disponibile con tutti.

Un amore sconfinato per la sua divisa. Questo descrive Pasquale Apicella, un amico, prima ancora che un collega, che piangiamo con il cuore i pezzi – sono le parole di Stella Cappelli, Segretario Generale Vicario dell’Fsp Polizia di Stato – Soffriamo stringendoci ai suoi familiari, a cui va il nostro primo e più forte pensiero, perché anche la famiglia dell’Fsp Polizia ha perso un suo componente, un affetto insostituibile“. Due dei malviventi sarebbero stati fermati dopo lo scontro mentre un terzo sarebbe riuscito a fuggire e sarebbe al momento ricercato.

Potrebbe interessarti