TV e Spettacolo

Laura Pausini e l’augurio speciale per il compleanno del suo papà

Laura Pausini dedica un post particolare al suo papà in occasione del compleanno. La cantante è legatissima e deve molto a babbo Fabrizio...
laura pausini, primo piano

In questo periodo di lunga quarantena per il Covid-19 i social diventano sempre più importanti per celebrare momenti speciali. Laura Pausini, dopo aver condiviso sui social il dispiacere per il mancato matrimonio dei genitori a causa del Coronavirus, ha scelto di condividere con i suoi fan un altro momento particolare: il compleanno di una persona per lei fondamentale.

Laura Pausini, gli insegnamenti del papà 

La cantante romagnola ha dedicato un bellissimo post al suo papà, in occasione del suo compleanno.

Per Laura, il papà è stato, come lei stessa racconta, una figura fondamentale sia nella vita che per la sua professione. 

Il post che accompagna il video di papà Fabrizio recita: “Questo è mio #babbo #Fabrizio e oggi è il suo compleanno! In questo periodo mi manda un sacco di video che registra nel nostro studio di registrazione, in Romagna, dove vive”.

La canzone condivisa ha un significato particolare: “Ho scelto “Prospettiva Nevski” di #FrancoBattiato, uno dei suoi artisti preferiti, perché con questa canzone mi ha fatto scoprire la sua musica. Mio babbo è il mio Maestro…”.

 

La Pausini condivide poi l’insegnamento più grande che le ha dato il suo papà: “E il mio maestro m’insegnó com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire” AUGURI BABBO AMORE MIO”.

Guarda il video

https://www.instagram.com/p/B_gJqVYiRe4
Post di Laura Pausini per il papà

L’appello di Laura Pausini 

La cantante inoltre, si è unita all’appello di tutti gli altri professionisti del mondo dello spettacolo per tutelare la categoria degli artisti, in un post Instagram dichiara: “Ogni cosa ha il suo tempo e oggi è ancora il tempo del dolore per chi non c’è più e del sostegno agli operatori sanitari.

Questa senza dubbio è la priorità” – continua– “Domani però dovremo ripartire nel rispetto di tutti e non possiamo permetterci di dimenticare qualcuno. Di lasciare indietro centinaia di migliaia di lavoratori senza colpe, ed oggi senza prospettive”.

Potrebbe interessarti