dottore in ospedale per coronavirus

Giornate importante per i numeri: sotto severo monitoraggio i documenti trasmessi dalle regioni alla Protezione Civile che delineano quello che è l’andamento dell’epidemia di Covid-19 in Italia. A ridosso della data del 18 maggio, nuovo punto di partenza ad ormai 2 settimane di distanza dall’inizio della fase 2 della gestione dell’emergenza, continuano a filtrare aggiornamenti sui contagi.

Fase2, dal 18 maggio ok spostamenti senza autocertificazione

Il 18 maggio è la nuova data “x” che segnerà un nuovo punto d’approdo per la gestione dell’emergenza Coronavirus in Italia. Leggeri allentamenti delle misure di sicurezza in vista a partire dal venturo lunedì, giorno dal quale sarà possibile tornare a muoversi all’interno della propria regione senza doversi giustificare attraverso apposita autocertificazione, sino ad oggi obbligatoria.

Diversa però la situazione per quanto riguarda gli spostamenti da una regione all’altra: linea ancora prudenziale, quella adottata dal governo, che permetterà gli spostamenti fuori regione solamente dal prossimo 3 giugno salvo casi di comprovata necessità e opportunamente giustificati attraverso il modulo.

Ancora 242 morti in 24h, +4mila guariti da ieri

Di questi momenti intanto il nuovo bollettino con i dati sul contagio aggiornati al 15 maggio e trasmessi dalle regioni alla Protezione Civile.

Di oggi l’aggiornamento del numero delle persone guarite da Covid-19: 4.917 in tutto per un totale che è pari ora a 120.205 casi. Nuovamente al di sopra della soglia 200 il numero dei morti: sono 242 i decessi registrati nelle ultime 24 ore per un totale di morti che raggiunge quota 31.610 solamente in Italia. 72.070 le persone che hanno contratto il virus e che risultano essere ad oggi attualmente positive. Numeri che cambiano ancora una volta il totale: sono 223.885 le persone che, dall’inizio dell’epidemia, hanno contratto il Coronavirus in Italia.

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, la storia di Luca: “Disastro nella gestione dell’emergenza”

Coronavirus, annunciato il Decreto Rilancio: le misure per imprese e famiglie