Gaffe virale per il giornalista Nicola Porro attacca il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi. La replica senza peli sulla lingua:

Brutto scivolone per il giornalista di Mediaset Nicola Porro. Durante una delle sue dirette Facebook, Porro ha attaccato violentemente il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi, in merito ad alcune riaperture nella fase 2 del Coronavirus. Il primo cittadino ha tuttavia risposto senza peli sulla lingua, rispedendo al mittente le accuse. Murzi, laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Pisa e successivamente specializzato in Cardiochirurgia, non ha gradito l’attacco, decidendo di respingerlo a muso duro. Alla fine, la giornalista di Rete 4 Barbara Palombelli ha chiesto pubblicamente scusa a nome del collega.

L’accusa di Porro al sindaco: “Chi ti paga lo stipendio? Pazzo”

Tutto nasce dalla “Zuppa di Porro”, la rubrica tenuta in diretta su Facebook dal giornalista di Quarta Repubblica. Giovedì 14 maggio, un Porro visibilmente irritato attacca il nuovo decreto del governo Conte per la fase 2. Nel corso dell’invettiva, il giornalista se la prende con Bruno Murzi, già Direttore dell’Unità di Cardiochirurgia Pediatrica a Massa. “Quel genio del sindaco di Forte dei Marmi dice: ‘Potete giocare a tennis, ma dovete essere residenti”. Porro fa sarcasticamente i complimenti a Murzi, perfino applaudendo, prima di chiedere ad alta voce: “Chi cazzo te lo paga lo stipendio?

I tuoi residenti? O 3 mesi all’anno di ville e di persone che vengono là da tutto il mondo? Questi sono pazzi”. Poche ore dopo, in serata, è arrivata puntuale la replica di Bruno Murzi, che negli anni si è occupato anche di Cooperazione Internazionale per progetti umanitari di cardiochirurgia infantile in paesi in via di sviluppo.

La replica del sindaco Murzi: “Ho rinunciato allo stipendio 3 anni fa”

Il primo cittadino Murzi esordisce così: “Prima di parlare del Covid, concedetemi di togliermi un sassolino dalla scarpa”.

Poi mostra il video incriminato con l’attacco di Nicola Porro, e parte la contro-invettiva. “A me lo stipendio non lo paga nessuno. Ci ho rinunciato fin dal primo giorno in cui son stato eletto sindaco. Tu l’hai mai fatto in vita tua? Hai mai rinunciato ai soldi che ti hanno dato? Io sono 3 anni che non prendo una lira. Ho infatti dato i soldi per creare gli elementi di sostegno per le famiglie dei miei concittadini in difficoltà”.

Secondo il sindaco Murzi, Porro “secondo lo schema classico del populismo, parli senza contraddittorio, di cose che non sai e cerchi di offendere gli altri. Pazzo? Forse sono pazzo a fare il sindaco perché mi assumo delle responsabilità enormi. Ma tu manco sai di cosa stiamo parlando, perché evidentemente non conosci la problematica”.

Murzi: “Questa è la differenza fra me e te”

L’ordinanza n. 50 del presidente della Regione Toscana riapriva le attività sportive ma non parlava di tennis. Noi li abbiamo riaperti assumendoci delle responsabilità, e pochi giorni dopo il presidente ha modificato la sua ordinanza”.

Detto ciò, Murzi passa all’affondo finale. “Mi sono rotto i coglioni di avere gente come te, supponente, altezzosa e senza contraddittorio, che getta discredito su chi come me si sta assumendo delle responsabilità che neanche immagini. Io penso che la cosa peggiore per un giornalista sia pontificare senza avere la perfetta conoscenza di quello di cui stiamo parlando. I sindaci italiani li dovresti considerare degli eroi, perché non abbiamo paura di mettere le mani nella merda. Questa è la differenza fra noi e te”. Poi Murzi aggiorna i suoi cittadini sulla situazione Coronavirus. In conclusione, il sindaco si rivolge ancora a Porro: “Mi auguro di riveder presto anche lei, niente di personale, mi creda”.