dodò protagonista de L'albero azzurro

È morto all’età di 89 anni Tinin Mantegazza, un icona nel mondo dello spettacolo che tanti ricorderanno anche per essere stato il creatore di Dodò, il celebre protagonista inanimato de L’Albero Azzurro, entrato nel cuore di generazioni e generazioni di bambini.

Morto Tinin Mantegazza

Arriva in questi momenti la notizia della scomparsa di Tinin Mantegazza, classe 1931 nato a Varazze ma legato Cesenatico dove è venuto a mancare. Una morte che segna il mondo dello spettacolo: in tanti ricorderanno Mantegazza per il suo estro con il quale ha ricoperto il ruolo di artista, illustratore e scenografo.

Come detto in prima battuta, sicuramente intere generazioni di adulti e adolescenti avranno impresso nei ricordi dell’infanzia il celebre programma Rai L’albero azzurro. Fu proprio Mantegazza l’ideatore del suo protagonista, il simpatico pupazzo animato Dodò.

Dalla pittura alla scenografia: lutto nello spettacolo

Una morte quella dello sceneggiatore protagonista del panorama dello spettacolo italiano che sopraggiunge proprio nell’anno in cui L’Albero Azzurro festeggia il suo 30esimo compleanno, consolidando il suo successo nel mondo della televisione dedicata ad un pubblico di bambini. Secondo quanto filtrato dalle fonti locali, Mantegazza era stato ricoverato qualche giorno fa a seguito di un malore presso l’ospedale Bufalini di Cesena: di oggi invece la notizia del decesso.

Parlare di Mantegazza però significa descrivere il profilo di un artista a tutto tondo che ha avuto esperienze in tutti gli ambiti: dalla pittura alla scrittura vantando numerosi riconoscimenti anche in ambito teatrale.

Concentrandoci solamente sulla sua carriera in ambito televisivo, tantissimi i programmi che portano la firma di Mantegazza oltre al celebre Albero Azzurro come le Telefiabe, altro successo sempre destinato ad un pubblico di minori.

In tutti si contano oltre 2mila pupazzi creati dalla mente di Mantegazza e tutti protagonisti in ambito televisivo-teatrale, una passione che ha sempre condiviso con la moglie Velia anche lei regista in casa Rai.