mara venier a domenica in

Quest’anno li finale di stagione di Domenica In sarà accompagnato da grande suspense a quanto pare. Fissato in un primo momento al 31 maggio, prolungato fino a fine giugno e ritrattato con Mara Venier, che si è detta un po’ stanca, fino al 14 giugno. Ora però sono state rimescolate di nuovo le carte in tavola a seguito del piccolo incidente della conduttrice.

Intervistata da Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha raccontato i retroscena della sua chiacchierata con Al Bano, Mara ha ammesso di sperare in un seguito. Ora, infatti, la Venier fa marcia in dietro e si augura di continuare fino al 29 giugno, addirittura da Rimini.

La proposta di Mara Venier

In queste ultime settimane è tutto cambiato così in fretta per Domenica In. E a complicare le cose ci si è messo il gesso al piede di Mara Venier, come se il Coronavirus non fosse stato una sfida di per sé difficilissima.

Così Mara non ci sta a chiudere senza salutare degnamente il suo pubblico e se all’inizio si era detta stanca per proseguire fino alla fine di giugno ora ci ripensa.

Il 31 maggio doveva essere l’ultima puntata” ha spiegato al settimanale nella lunga intervista. “Poi, d’accordo con il direttore di Raiuno Stefano Coletta e l’amministratore delegato Fabrizio Salini, abbiamo deciso di allungarci fino al 28 giugno. Vorremmo andare in diretta da Rimini, sarebbe un bel segnale per la ripartenza. Terrò il gesso per 25 giorni, vediamo cosa consiglierà il medico“.

Domenica In, una stagione difficile

Nonostante gli ostacoli e tutte le difficoltà che Mara Venier si è trovata ad affrontare quest’anno con Domenica In, anche questa stagione è stata un successo.

E la spinta maggiore, quella che le ha permesso di non mollare, l’ha tratta proprio dal pubblico affezionatissimo. “L’affetto del pubblico mi dà la forza“. Un affetto corrisposto, ma che soprattutto si è rivelato negli ascolti record della domenica di Rai 1, nonostante l’assenza di pubblico in studio e gli ospiti in collegamento. Mara da sola ha fatto il miracolo, con tutte le complicanze del caso, come i disturbi di rete durante le call con i suoi ospiti.

Così a fine stagione la signora Venier tira le somme.

È stata una stagione difficile -commenta Mara- abbiamo dovuto cambiare tutto in corsa. Con l’esplosione dell’emergenza ero terrorizzata. Avevo paura di prendere il virus ma soprattutto di trasmetterlo a Nicola. Ho agito di pancia e ho capito che era giusto così: il senso del servizio pubblico in quel momento era offrire uno svago, un sorriso, tenere compagnia agli italiani chiusi in quarantena“.