diaco ricciarelli io e te

Comincia tra momenti esilaranti e piccole polemiche la conduzione di Pierluigi Diaco e Katia Ricciarelli ad Io e Te.

In particolare ha sollevato un certo numero di critiche ciò che è accaduto nell’ultima puntata in cui Diaco si è lasciato andare ad un baciamano galante alla sua collega: un gesto molto gentile ma, al contempo, sensibile a critiche in questo momento. Le misure di prevenzione anti-covid non consentirebbero, infatti, un contatto così ravvicinato: in questo momento è infatti osservabile come in tutti i programmi dove la conduzione è di coppia, le persone stiano molto attente a rispettare le misure di sicurezza.

Diaco: “Siamo congiunti televisivi”

Diaco ha subito messo le mani avanti, giustificandosi davanti ai telespettatori: “Avrete colto il mio baciamano a Katia. Ma noi siamo congiunti televisivi, piano piano ci possiamo avvicinare”. Non che tale giustificazione sia bastata, visto che sui social il gesto è stato fatto notare da molti spettatori: “È contro le norme, te lo potevi risparmiare”, dice infatti qualcuno.

Il racconto del caprone innamorato

Katia Ricciarelli ha già fatto capire di essere la componente “speziata” della trasmissione, a controbilanciare la moderazione di Diaco.

In puntata si è anche lasciata andare a un peculiare racconto riguardante un caprone, che pare si fosse innamorato di lei anni addietro: “Una volta in una fattoria un caprone si è innamorato fisicamente di me. Mi guardava con quei suoi occhi azzurri. L’ho chiamato Gioacchino”. Il racconto ha decisamente arricchito di colore la puntata e Diaco ha pensato di intervenire per far cadere il discorso: Sono contento che lo spazio dedicato agli animali stia andando così bene. Le interviste alle coppie over le riprenderemo quando potremo abbracciarci dal vivo, in collegamento non si creava la giusta empatia”.