Massimo Giletti e Fabio Fazio primi piani

Massimo Giletti in un’intervista al Corriere della Sera ha fatto un bilancio sulla stagione di Non è l’Arena appena terminata. E non rinuncia a bacchettare la concorrenza televisiva con la quale si è dovuto confrontare di domenica in domenica. A cominciare da Fabio Fazio, sul quale non ha dubbi: “Io faccio inchieste, lui fa intrattenimento“.

Massimo Giletti: bilancio positivo per Non è l’Arena

Intervista ricca di contenuti e piuttosto pungente quella rilasciata da Massimo Giletti al Corriere della Sera. Il conduttore è reduce da una lunga stagione del suo talk Non è l’Arena, sulla quale fa un bilancio: “Sono già proiettato al futuro, sono sempre alla ricerca del domani e godo poco il presente, però è stata un’annata straordinaria, abbiamo chiuso con una media del 7% di share“.

Grande soddisfazione nelle sue parole per una stagione superata a pieni voti, specie se il confronto si misura con la concorrenza televisiva. Il principale contendente per il primato di share e ascolti con il quale Giletti ha dovuto confrontarsi è stato senza dubbio Fabio Fazio e la sua trasmissione Che tempo che fa.

Nonostante più volte abbia perso la sfida degli ascolti con Fazio, il giornalista torinese non si abbatte: “Misurarsi con i numeri uno è sempre molto più interessante e stimolante“.

Frecciatine a Fabio Fazio e Barbara D’Urso

La vera bomba dell’intervista, però, esplode quando Massimo Giletti esprime il suo giudizio sull’operato di Fabio Fazio. Il giornalista, dopo averlo elogiato, punzecchia il conduttore Rai: “Ha tantissimi meriti e un modo di fare tv diverso dal mio: io faccio inchieste, lui fa intrattenimento“. Parole pungenti e a tratti umilianti, che affossano i contenuti televisivi proposti da Fazio.

Arriverà una replica da parte del diretto interessato?

Ma Massimo Giletti ne ha anche per Barbara D’Urso: anch’essa è stata agguerrita pretendente agli ascolti e allo share con il suo Live – Non è la D’Urso. Anche per Barbarella il giornalista utilizza il metodo della carota e del bastone. Prima elogia la conduttrice, poi la punzecchia nel vivo: “È un tesoro per Mediaset, è una stacanovista straordinaria, il problema è che se fai tanta quantità inevitabilmente perdi di qualità“.