Sabrina Colle la compagna di Vittorio Sgarbi

Sabrina Colle, la compagna storica di Vittorio Sgarbi, ha parlato della lunga relazione che la lega al critico d’arte da più di 20 anni. Una storia fatta di alti e bassi ma che, nonostante tutto, perdura.

Sabrina Colle e Vittorio Sgarbi: 22 anni d’amore

Pur essendo legati da una relazione dal 1998, Sabrina Colle e Vittorio Sgarbi, reduce da un incidente nelle acque albanesi in cui ha rischiato di annegare, non si sono mai sposati e non hanno mai avuto dei figli. Il loro rapporto sentimentale e il motivo delle loro scelte è stato spiegato in un’intervista rilasciata da Sabrina Colle a Piero Chiambretti, a CR4-La Repubblica delle Donne I problemi ci sono stati e ci sono tuttora, bisogna superarli.

Se dopo ventidue anni siamo qui a parlarne forse i piaceri hanno superato i dispiaceri

Sul loro rapporto, Colla ha poi aggiunto: “Vorrei essere la musa di Vittorio, la dea della casa ma se devo dirlo più freddamente direi che sono la sua compagna, la convivente“. Nonostante gli alti e i bassi di una lunga relazione e i presunti o reali tradimenti di Vittorio Sgarbi, Sabrina Colle ed il critico d’arte sono ancora insieme.

Sabrina Colle e la maternità

Legati da un sentimento profondo e da una reciproca stima, la coppia, oltre a non essersi mai sposata, non ha avuto figli. Se, infatti, il critico d’arte è già padre di tre figli, Sabrina, classe 1973, non ha vissuto l’esperienza di diventare madre per sua decisione. Riferendosi al suo compagno Vittorio Sgarbi, già padre di tre figli, ha rivelato: “Me lo ha chiesto varie volte ma ho considerato lui come mio figlio“.

I tradimenti di Vittorio Sgarbi

In merito ai tradimenti di Vittorio Sgarbi, Sabrina Colle, sempre parlando nel programma di Chiambretti, aveva affermato “Per me il tradimento sessuale non è importante, sono ventidue anni che ripeto la stessa cosa. Gli uomini sono deboli, noi siamo più forti e possiamo sostenerlo questo tradimento”. Però, per quanto riguarda i sentimenti, la Colle ha un’idea completamente differente, in quanto reputa il tradimento emotivo inammissibile. “Dire a una donna che la ami e non è vero, quello è un vero tradimento…Il sesso è vitalità, è gioco, c’è sempre la novità e Vittorio faccia pure e si diverta pure“.