L'incendi nella cattedrale di Nantes

A poco più di un anno di distanza dal drammatico incendio che ha coinvolto la cattedrale di Nôtre-Dame, un altro importante monumento storico francese è andato a fuoco.

Si tratta della cattedrale di Nantes e, dalle prime informazioni, i danni sono ingenti e l’incendio sarebbe di matrice dolosa.

Brucia la cattedrale di Nantes

L’allarme è stato lanciato alle prime luci del mattino di sabato, la cattedrale gotica del XV secolo è andata a fuoco. Sul posto diverse unità di vigili del fuoco che hanno impiegato diverse ore per spegnere l’incendio.

Le fiamme sono state fuori controllo per diverse ore prima che fosse possibile spegnerle.

Il post dei pompieri francesi operativi a Nantes

Da una prima analisi i danni sono gravi, completamente perso il grande organo, mentre, stando sempre a quanto riferito dai vigili del fuoco, la piattaforma sul quale poggiava sembra prossima al crollo. Fortunatamente però i danni non sono equiparabili a quelli subiti dalla cattedrale di Nôtre-Dame.

Incendio doloso

Secondo quanto riferito dai media francesi, l’incendio ha matrice dolosa. All’interno della cattedrale sono stati trovati tre inneschi, uno nella navata centrale, proprio vicino al grande organo distrutto, mentre gli altri due ai lati.

La cattedrale di Nantes

Monumento famoso in tutto il mondo, la cattedrale gotica dei Santi Pietro e Paolo è stata costruita nel 1434 per volontà del duca di Bretagna Giovanni V. Lo stile, volutamente gotico fiammeggiante e rimaso in auge anche nei restauri del dopo guerra e del 1972, quando la struttura fu danneggiata da un incendio. In quell’occasione a generare le fiamme fu un errore umano, un operaio aveva causato l’incendio per errore con una fiamma ossidrica.

La cattedrale è stata riaperta nel 1985 dopo 13 anni di restauro.

Dal 1862 la struttura è monumento storico.

Guarda il video:

Approfondisci:

Notre-Dame in fiamme: le parole di Salvini e di Conte

Incendio a Notre-Dame, la dissacrante vignetta di Charlie Hebdo

Incendio Notre-Dame: la cattedrale non era assicurata