Sgarbi tuona contro Rocco Casalino, volano insulti dopo lo scandalo sul portavoce di Conte

Volano stracci e insulti tra Vittorio Sgarbi e Rocco Casalino.L’uomo delle “tempeste di m***a contro gli avversari politici che adesso invoca “rispetto della privacy”, fa davvero ridere!“. Il parlamentare critico d’arte si riferisce alla vicenda, raccontata dal quotidiano La Verità, che ha travolto il compagno cubano di Casalino, José Carlos Alvarez Aguila.

L’inchiesta della Verità

Tutto parte dal quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, che annuncia la segnalazione all’antiriciclaggio di José Carlos Alvarez Aguila. La segnalazione sarebbe partita a giugno dai risk manager di un gruppo bancario con filiale in Largo di Torre Argentina, destinata all’Ufficio antiriciclaggio della Banca d’Italia.

Alvarez Aguila, che ha il conto proprio in quella filiale, sarebbe finito nei guai per dei movimenti sospetti di denaro sulla sua prepagata.

Casalino: “Non sapevo niente”

La Verità parla di 150mila euro, una serie di pagamenti sospetti verso alcuni siti di trading online (compravendita di strumenti finanziari tramite internet). “Non ha mai acquistato titoli italiani o collegati all’attività di governo. In alcun modo la mia persona è ricollegabile a questa sua attività. Non ho mai condiviso con lui informazioni riservate.

Sapevo solo che stesse seguendo un corso di trading online, che era diventata una sua passione, non che stesse consumando i suoi risparmi”, ha subito precisato Casalino. In questo modo, sarebbe anche sfumato il progetto di Alvarez di aprire un sushi bar, per il quale Casalino gli stava dando una mano con piccole donazioni.

Trading online come la ludopatia e il gioco d’azzardo

Alvarez Aguila avrebbe perso in 2 mesi circa 18mila euro. Il Portavoce del Presidente del Consiglio Casalino ha commentato la vicenda. Il suo compagno sarebbe “vittima di trading online in una maniera simile alla ludopatia.

Durante il lockdown è stato attirato da un sito di trading. Il call center di una società ricollegabile al sito lo chiamava più volte al giorno fornendogli suggerimenti su dove e come investire, con la prospettiva di un guadagno facile e sicuro. La situazione è degenerata fino a sconfinare in un meccanismo simile a quello del gioco d’azzardo, condizione che spiega il continuo passaggio in modo compulsivo di soldi dal suo conto alla carta prepagata con cui faceva transazioni sul sito (da qui, presumibilmente, la segnalazione alla Banca d’Italia)“.

Casalino ha sottolineato che quanto successo non può essere considerato conflitto d’interessi.

L’aspro commento di Sgarbi

Infine, il portavoce di Palazzo Chigi ha chiesto rispetto per la propria privacy. Quest’ultima richiesta ha mandato su tutte le furie Vittorio Sgarbi, che ha twittato parole al veleno. “Casalino, l’uomo delle “tempeste di m***a”, le campagne di diffamazione contro gli avversari politici quando si occupava della comunicazione del M5S, che adesso, da Portavoce del Governo, invoca “rispetto della privacy”, fa davvero ridere!”