strage corinaldo

Nella notte tra il 7 e l’8 settembre 2018, nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, 5 ragazzi minorenni ed una donna di 39 anni sono morti nella calca provocata dal panico creato da una “banda dello spray”.

Oggi, arriva la sentenza per i 6 imputati, che ha definito condanne tra i 10 ed i 12 anni per tutti quanti.

La tragedia: la calca, e le 6 vittime

Gli imputati al processo erano 6, ed erano i principali componenti della “banda dello spray” che, al concerto di Sfera Ebbasta decisero di seminare il panico spruzzando  spray al peperoncino nell’ambiente.

Al momento del dramma il locale era satollo ed i presenti stavano aspettando il trapper, che avrebbe dovuto esibirsi all’interno del locale. Il panico fece sì che la gente si mise a correre e scappare, finché addirittura una balaustra cedette e le persone caddero da un metro e mezzo d’altezza, schiacciandosi.

Corinaldo: chi erano le vittime

Sotto la calca rimasero Eleonora Girolimini, 39 enne, madre di una delle altre vittime: i 5 minorenni deceduti quella sera sono Mattia Orlandi, Emma Fabini, Asia Nasoni, Daniele Pongetti e Benedetta Vitali.