Francesco Facchinetti mentre racconta l'accaduto sui social

Francesco Facchinetti è stato insultato pesantemente in strada, lo ha raccontato lui stesso in una serie di Instagram Stories, nelle quale ha anche dato la sua personale interpretazione dell’accaduto.

Francesco Facchinetti insultato in strada

Mentre stavo andando in ufficio a Milano, a un semaforo un signore sulla cinquantina abbassa il finestrino. Sputa sulla macchina e mi dice -Figlio di put**** muori” inizia così il racconto social di Francesco Facchinetti in merito allo sgradevole episodio che l’ha visto coinvolto. “A quel punto, lo sapete che sono fumanti, dico – Adesso lo ammazzo di botte.

Mi ha toccato mia madre, devo scendere”. Fortunatamente però la situazione non è degenerata, anche grazie all’intervento di un suo collaboratore, che lo stesso Facchinetti cita nel suo racconto.

Francesco Facchinetti nelle ig stories

Carlo mi dice – Stai tranquillo, abbiamo degli appuntamenti in ufficio e siamo già in ritardo- questa è stata la scusa per non farmi scendere”. La storia non finisce a qui, a questo episodio è seguita una lunga riflessione dello stesso sul perché tanta violenza e aggressività gratuita, trovando una risposta.

Un sentimento d’invidia

Quando sono arrivato in ufficio” prosegue Facchinetti, “Ho cercato di capire cosa spingesse un uomo sulla cinquantina a dire -Figlio di put***, muori- e sputargli sulla macchina.

(…) probabilmente è un sentimento d’invidia”.

Invidia, questo dunque il “movente” che avrebbe spinto l’uomo a rivolgersi a lui così, “Distruttiva, non costruttiva”. A quel punto Francesco Facchinetti si è rivolto direttamente agli interessati: “L’invidia non cambia il vostro stato sociale perché chi invidia una persona è mediocre. Vivrete nella vostra mediocrità per tutta la vita. Fino a quando quando continuerete ad invidiare sarete persone mediocri e non succederà niente.

Inoltre se voi mi inviate la mia vita non cambia”. Francesco Facchinetti si è poi rivolto all’uomo che l’ha insultato: “Sto ridendo di te che mi hai sputato sulla macchina, mi fai pena”.

I due pare si siano chiariti, lo racconta sempre Facchinetti spiegando che l’uomo ha motivato il suo gesto così: “Pensavo fossi un figlio di papà ma ho scoperto che hai fatto anche altre cose”.

Altri insulti via web

Lo sfogo di Francesco Facchinetti non ha raccolto solo sostegno, in tanti infatti sono scagliati contro di lui sui social, definendolo in più occasioni figlio di papà: “Fai il figo perché sei figlio di papà” racconta sempre su Instagram.

Francesco Facchinetti nelle ig stories

Non volevo fare il figo, mi fa piacere che voi abbiate l’idea che io abbia sempre 15 anni e viva a casa con mio padre, quando di anni ne ho 40 ho 4 figli e tanti altre cose”. Racconta riportando altri insulti ricevuti come: “Qualcuno mi ha scritto – sei uno stro*** perché sei figlio di papà. Primo non ho deciso io di essere figlio di papà. Secondo, essere figlio di papà non vuol dire avere ucciso qualcuno e non è peccato, terzo essere figli odi papà è una grandissima cosa non perché mi da dei soldi ma perché il mio papà è un mito, ed è una figata pazzesca”.

Approfondisci:

Tutto su Francesco Facchinetti

Francesco Facchinetti: la dolce dedica alla moglie per i 6 anni d’amore

Francesco Facchinetti rivede la figlia Mia e Alessia Marcuzzi: “Di nuovo insieme”

Francesco Facchinetti: il messaggio per il terribile lutto