george floyd omicidio

Il Daily Mail è riuscito ad ottenere, da fonti che ha preferito non svelare, i video delle bodycam di due degli agenti accusati dell’omicidio di George Floyd.

Nel video, ancora una volta, è palese l’atteggiamento innocuo e non aggressivo dell’uomo a differenza di quello violento fin da subito dei poliziotti Lane, Kueng e Chauvin.

Le immagini diffuse dal Daily Mail sono ancora più forti e dolorose di quelle inizialmente diffuse, e che mostravano la morte di Floyd dall’unica e fissa prospettiva di una telecamera di sicurezza. Le body cam piazzate sugli agenti permettono invece di seguire passo dopo passo le loro azioni, fan dal momento in cui Floyd viene estratto dalla sua auto, con un agente che gli punta una pistola alla tempia mentre l’uomo è ancora seduto.

Floyd era claustrofobico e ansioso

In più passaggi si sente Floyd chiedere aiuto, e palesare i suoi problemi di ansia e panico: “Te lo dico guardandoti negli occhi: per favore non spararmi. Ho appena perso mia madre”. Si vede Floyd, uomo alto e corpulento, piangere e singhiozzare, chiedendo di non essere forzato a entrare nella macchina della polizia, in quanto soffre di claustrofobia e ansie.

Il ruolo dei 4 agenti

È a quel punto, mentre Floyd resiste, che entra in gioco Derek Chauvin e mette Floyd prono a terra, mentre il suo ginocchio preme contro il suo collo. Chauvin, che insieme all’agente Tuo Thao era stato chiamato solo ad aiutare durante l’operazione, ne diventa protagonista. A nulla vale il tentativo di Lane di suggerire che Floyd venga messo su un fianco, per evitare che soffochi, perché Chauvin non lo ascolterà.

I due amici di George Floyd

Né saranno ascoltati i due amici di Floyd, presenti sul luogo dell’omicidio.

Ad un certo punto Lane chiede ai due perché Floyd si comporterebbe in modo strano ed uno dei due risponde “Perché gli hanno sparato, in precedenza”, e facendo capire all’agente che Floyd ha dei problemi psicologici o mentali.

Floyd muore prima dell’arrivo dell’ambulanza, e le body cam registrano l’ultimo scambio tra Lane, preoccupato di quello che sta accadendo, e Chauvin. “Mi preoccupo solo del fatto che dia di matto o altro”, dice Lane, quando propone di cambiare Floyd di posizione.

“Beh, ecco perché l’ambulanza sta arrivando”, ribatte Chauvin.

Guarda il video- attenzione, immagini forti: