persone sotto gli ombrelloni in spiaggia

Al mare con il figlio malato, reduce da un trapianto, aggredita e insultata per aver chiesto il rispetto delle distanze: è la sintesi di un fatto che arriva dalle cronache dell’estate italiana in piena era Covid, protagonisti una turista del Nord Italia e il suo bambino. Teatro dell’accaduto, secondo quanto riporta Il Tirreno, una spiaggia di Massa in cui due bagnanti si sarebbero scagliate contro la donna davanti a decine di persone. Rammarico per l’episodio da parte del sindaco, Francesco Persiani.

Madre insultata in spiaggia: aveva chiesto distanze per il figlio malato

La storia, riportata dal quotidiano Il Tirreno e balzata in testa alle cronache nazionali, riguarda una turista del Nord Italia, in vacanza a Massa con il figlio 13enne affetto da una grave malattia.

Il piccolo sarebbe reduce da un trapianto e, nell’attesa di un nuovo intervento, la madre avrebbe deciso di fargli trascorrere qualche giornata serena al mare.

I fatti si sarebbero consumati in una spiaggia libera attrezzata dove la donna avrebbe affittato un ombrellone per sé e per il suo bambino. Tutto tranquillo, riporta il quotidiano, fino all’arrivo di due turiste che, non trovando altra sistemazione, si sarebbero posizionate a pochi centimetri dalla sdraio del figlio.

La madre avrebbe chiesto di rispettare il distanziamento sociale, prescritto dalle attuali norme contro il Coronavirus, ma avrebbe incassato una risposta farcita di insulti: Il Covid non esiste, se suo figlio è malato lo tenga chiuso in casa“.

Il commento del sindaco di Massa

La donna avrebbe quindi lasciato la spiaggia con il suo bambino e, ai microfoni della stampa, ha espresso il suo punto di vista sull’accaduto: “Mio figlio, che è molto fragile, ha paura di ritornare al mare e quindi in questi giorni siamo restati nel nostro residence completamente isolati.

Stiamo bene, e ringrazio le tante dimostrazioni di solidarietà che ci sono pervenute“.

Immediata la reazione del sindaco di Massa, Francesco Persiani, che su Facebook ha espresso rammarico per l’episodio: “Dispiace molto aver appreso quanto accaduto su una nostra spiaggia alla mamma, ma soprattutto al suo bambino. Tutti hanno il diritto di godere del mare. La mamma e il bimbo sono e restano benvenuti nella nostra città e sulle nostre spiagge“.

Post di Francesco Persiani
Post di Francesco Persiani – Fonte: Facebook/Francesco Persiani Sindaco di Massa