il giovane montalbano

E così si conclude un altro ciclo, la seconda stagione di Il Giovane Montalbano: la puntata del 10 agosto, dal titolo Un’Albicocca, è l’ultima. E l’episodio ci riserva un finale davvero memorabile.

Mentre Salvo sta per dire addio alla sua amata Vigata, il Paese intero viene scosso dagli orribili fatti di Capaci. L’attentato in cui ha perduto la vita Falcone avrà un impatto enorme sul nostro protagonista, tanto da mettere di nuovo tutto in discussione.

L’addio del giovane Montalbano

Salvo ha risolto anche l’ultimo caso che lo tormentava, quello di una morte solo in apparenza accidentale, ed è pronto a lasciare la sua vecchia vita alle spalle e cominciare un nuovo capitolo, con Livia che lo attende a Genova.

Ma prima di partire vuole dire addio come si deve alla sua Vigata. Un’ultima nuotata nel suo mare azzurro, un ultimo sguardo malinconico a quella casa sul lungomare che ama tanto. Ma prima che possa partire per sempre qualcosa sconvolge irreversibilmente il nuovo equilibrio del commissario. Siamo nel maggio del 1992, in quel mese che scrive una delle pagine più buie della nostra storia.

Salvo non può più partire e Livia lo sa che lo amerà sempre quello esempio di coerenza granitica.

La fine della seconda stagione

Siamo giunti così al finale della seconda stagione del prequel della celebre serie interpretata da Luca Zingaretti, stavolta però a vestire i panni del giovane commissario c’è Michele Riondino, mentre Livia è interpretata da Sarah Felberbaum.

Ora che è terminata la seconda stagione, i fan del personaggio nato dalla penna di Andrea Camilleri, si aspettano un Giovane Montalbano 3. Arriverà? Al momento non è stata ancora girata la terza stagione e Riondino non vede all’orizzonte il progetto di un terzo capitolo.

Al momento quindi, sentendo il protagonista, non possiamo che ritenere una nuova stagione niente di più di un’utopia. Dovremmo, adesso, accontentarci di queste 12 repliche. Ma mai dire mai, chissà cosa ci riserva il futuro.