camionetta dei vigili del fuoco

Strade, negozi e cantine completamente allagate e una frana, questo il risultato del violento nubifragio che si è abbattuto nella tarda mattinata di sabato sulla città di Messina. La frana ha coinvolto la collina sita sopra la strada panoramica dello Stretto. 

Frana a Messina

Un fiume di acqua, fango e detriti si è staccato dalla collina che sovrasta la strada panoramica dello Stretto a Messina, a causa delle piogge torrenziali che si sono abbattute sulla città. La frana si è riversata tutta nella zona del complesso dell’Eden Park. Fortunatamente, a parte un’auto rimasta bloccata nel fango, non ci sono state vittime e feriti.

 

Lo smottamento è il frutto del violento nubifragio che si è abbattuto sulla città di Messina, in totale sono caduti 73mm di pioggia, quasi quanto il massimo previsto per tutto il mese di agosto (102 mm). Non sono il fango dunque, tante le strade rese inagibili dagli allagamenti. 

La rabbia del sindaco di Messina

Mentre diverse squadre di vigli del fuoco sono al lavoro per ripristinare la circolazione, su Facebook il sindaco di Messina Caetano De Luca riversa la sua rabbia con un lungo post.

Governo Messina da due anni e non da 22 anni! Negli ultimi trent’anni a Messina è’ stato consentito: sfregiare le colline con speculazione edilizi senza adeguate opere di urbanizzazione come strade fogne e raccolte acque bianche, eliminati la maggior parte dei sotto servizi come raccolta acque bianche e rete fognaria dove è stata realizzata la rete tranviaria, immettere le fognature nella rete di acque bianche o buttarle nel lago di Ganzirri o nei torrenti tombinati, realizzare ovunque discariche abusive a cielo aperto soprattutto nei torrenti, otturare i tombini e la rete acque bianche privi da decenni da qualunque manutenzione; realizzare unità abitative in prossima dei torrenti senza la necessaria viabilità di collegamento…

PURTROPPO GLI ECCESSI SUL TERRITORIO URBANO PRIMA O POI SI PAGANO!UN POST DEDICATO SOPRATTUTO AI SOLITI IMBECILLI CHE…

Pubblicato da Cateno De Luca su Sabato 8 agosto 2020

Il post segue con una lista di operazioni atte a risolvere le criticità morfologiche.

La Sicilia dunque nuovamente nella morsa del maltempo a poche settimane dal disastroso alluvione che ha colpito la città di Palermo.

L’intervento dei vigili del fuoco a Messina

Guarda il video:

Approfondisci:

Bomba d’acqua su Palermo: è giallo sui dispersi, bimbi ricoverati per ipotermia