luana rainone

Giallo tra San Valentino Torio e Poggiomarino, due località tra le province di Salerno e Napoli. È stato ritrovato questa mattina il cadavere di una donna che, presumibilmente già morta, uccisa per morte violenta, è stata gettata in un pozzo. Fermato e arrestato un uomo 34enne dopo l’interrogatorio.

Napoli, 31enne trovata morta in un pozzo

Sono pochissime le notizie che arrivano dalla Campania dove i militari del reparto territoriale di Nocera stando già mettendo in atto i primi rilievi all’interno del pozzo dove è stato ritrovato un cadavere questa mattina all’alba.

Il corpo appartiene alla giovane 31enne Luana Rainone, una ragazza originaria sempre della Campania, di Sarno, che aveva fatto perdere le sue tracce lo scorso 23 luglio.

Fermato un uomo di 34 anni

Il corpo è stato ritrovato questa mattina, come dicevamo, dai carabinieri. Sul cadavere, trovato nel pozzo avvolto da una coperta, sono state riscontrate numerose lesioni compatibili con quelle inferte da un’arma da taglio, uno degli elementi che ha fatto immediatamente ipotizzare agli inquirenti che la morte potesse essere stata violenta. Si è ipotizzato fin da subito dunque l’omicidio colposo: dopo non molte ore di indagini, i primi sospetti per la morte di Luana sono ricaduti sull’uomo.

L’accusa di omicidio colposo

L’uomo, un 34enne, è già stato fermato dai carabinieri posto sotto severo interrogatorio mentre l’area in cui è stato rinvenuto il cadavere è stata posta sotto sequestro. Sempre il 34enne, al termine dell’interrogatorio, sarebbe stato arrestato: nel corso del colloquio con i carabinieri, il 34enne avrebbe confessato l’omicidio. Secondo quanto ipotizzato ora dagli inquirenti, la 31enne sarebbe stata prima uccisa con delle coltellate e poi gettata nel pozzo.