Raffaele Tortoriello, il direttore del reparto di Day Surgery di Senologia dell’ospedale Pascale di Napoli, è stato sospeso dalla professione medica per un anno, con l’accusa di abusi e violenza sessuale nei confronti di due pazienti del suo reparto.

Tortoriello per ora ha respinto ogni accusa a suo carico.

Abusi e violenze durante le visite mediche

Una nota della questura parla di violenza sessuale reiterata ai danni di due donne: in più occasioni le due pazienti avrebbero subito abusi proprio all’interno della clinica e del suo studio privato, in occasione di controlli medici o semplici visite.

A quanto pare le donne avevano cominciato a dubitare del medico perché, dopo che loro avevano chiesto una consulenza per una mastoplastica additiva, lui le aveva sottoposte a pratiche e contatti che nulla avevano a che fare con il tipo di visita che dovevano fare. I fatti riguardanti una delle pazienti sono avvenuti nel 2018, mentre quelli gli abusi alla seconda paziente sarebbero avvenuto in più momenti nel 2019.

Dopo la denuncia delle due pazienti è partita l’indagine, e sono emersi elementi di natura grave nei confronti di Tortoriello, per il quale è stata attuata misura interdittiva della professione per 12 mesi.

Tortiello è molto noto non solo negli ambienti medici ma anche in quelli politici, dato che il direttore è anche coordinatore di un forum in Campania per il Partito Democratico.

Il direttore respinge le accuse

Ora Tortoriello sarà sottoposto a interrogatorio di garanzia di difesa, dove potrà dare la sua versione dei fatti, e successivamente fare richiesta al tribunale del Riesame per l’annullamento della misura interdittiva. Intanto, a Fanpage, il direttore ha dichiarato: “Sono molto provato da questa vicenda non ho ricevuto nessun avviso di garanzia, non sapevo di essere sotto indagine.

Si sta scatenando una campagna mediatica di fango, come al solito succede in questi casi. Sono assolutamente estraneo ai reati che mi vengono contestati”.