Alessandro Gassman a domenica In

Mara Venier torna in onda con Domenica In, ad aprire le danze è Alessandro Gassmann venuto a presentare i suoi ultimi film Non odiare e Io ti cercherò, fiction Rai dai temi delicatissimi; il rapporto tra un padre e un figlio e la storia di un medico ebreo che va per soccorre un uomo vittima di un incidente per poi scoprirgli una svastica tatuata e decidendo così, di lasciarlo morire. Un incipit che apre un film intenso e dalle emozioni profonde.

Alessandro Gassmann si è poi sottoposto ad un’intervista “diversa” come ha spiegato la padrona di casa.

Un’intervista fotografica basata sui social dell’attore, Instagram e Twitter. “Non viene fuori soltanto l’attore, viene fuori l’uomo” ha spiegato Mara, “Viene fuori un aspetto tuo diverso”. L’intervista ha così toccato diversi punti anche relativi al contesto sociale e sanitario che l’Italia sta attraversando in questo difficile periodo.

Gasmann sul Covid-19

L’attore ha subito esordito parlando della situazione Covid-19, al semplice “Come stai” di Mara Venier, Alessandro Gassmann ha colto la palla al balzo e ha risposto: “ Sto vivendo una cosa nuova per tutti, che è il Covid, un mondo diverso… Mi sto dando da fare.

(…)Se tutti quanti facciamo poco vinciamo. Dobbiamo seguire semplicissime regole che salvano la nostra vita e quella degli altri”.

La conduttrice ha poi voluto ricordare il drastico aumento dei casi positivi in Italia che hanno caratterizzato l’ultima settimana.

L’omicidio Willy

Toccando un altro importante tema attuale per il contesto italiano, Gassmann e Mara Venier hanno ricordato la morte di Willy, ucciso per le botte a Colleferro nella notte tra il 5 e il 6 settembre. “La violenza nasce dalla disinformazione, dalla rete che seppur è un mezzo utile se ben impiegato, la situazione nelle periferie… Dobbiamo sforzarci di considerare chi non la pensa come noi non come un muro da abbattere ma di capire”.

Nella società di oggi viviamo tanto odio e violenza. Non mi piace descrivere chi si rende colpevole di quei crimini come mostri, per me è più importante avviare riflessioni serie su un tema così complesso: dobbiamo capire da dove proviene tutto quest’odio”.

Gassmann si sta avvicinando sempre alle battaglie per l’ambiente, stima Greta Thunberg e lavora con un team di scienziati per creare un sistema che possa lasciare un mondo migliore alle nuove generazioni.

Gassmann: bambino fortunato

L’attore, ripercorrendo la sua vita attraverso le fotografie, ha raccontato: “Da bambino non avevo lo stesso rispetto per gli animali che ho adesso” ha detto scherzando riguardando la sua foto da bambino a cavallo del cane Attila. “Sono stato un bambino molto fortunato perché sono cresciuto con due genitori benestanti che, nonostante si siano separati quando avevo 2 anni, sono sempre stati presenti.”

Sull’infanzia Gassmann ha raccontato di aver sempre avuto un carattere solitario e a tratti selvaggio: “Da piccolo ero molto solitario” per esempio non amava fare le feste di compleanno a casa, Preferivo stare da solo nella natura.

Ero geloso dei miei giocattoli e non amavo le feste di compleanno con altri bambini”.

Papà orgogliosob di Leo

Nel parlare dei suoi rapporti familiari, è emerso il papà Alessandro Gassmann, parlando di suo figlio Leo ha raccontato: “Sono orgoglioso di lui, sta facendo le cose alla grande e sono felice di averlo lasciato libero, ha raggiunto il successo facendo tutto da solo. Sarò di parte, ma per me è il più grande artista pop italiano

L’amicizia secondo Alessandro Gassmann

L’amicizia è fiducia, generosità..

la consapevolezza di avere qualcuno vicino a te nel momento del bisogno” ha raccontato l’attore parlando dei pilastri della sua vita, Massimiliano Brino, Gianmarco Tognazzi e Marco Giallini. Ed è proprio con l’attore di Rocco Schiavone ha ricordato la loro amicizia di una vita: “Con Gianmarco ci conosciamo da quando eravamo bambini, avevamo i papà colleghi e vivevamo vicini. Giocavamo a Subbuteo e lui vinceva sempre, perché barava. Non vorrei avere la voce di Marco Giallini e Massimiliano Bruno è un grandissimo scrittore e regista”.

Approfondisci:

TUTTO SU DOMENICA IN

TUTTO SU MARA VENIER

TUTTO SU ALESSANDRO GASSMAN