personale sanitario combatte il coronavirus

I numeri si fanno parvenza di un preludio che già si temeva, quello della seconda ondata dell’emergenza Coronavirus. I casi ormai in crescita da 9 settimane, a detta di medici, virologi ed esperti, continueranno a salire almeno per le prossime 4 e potrebbe avverarsi l’ipotesi che si temeva e che riguarda un peggioramento dell’epidemia, sempre più rapida, proprio in concomitanza con l’autunno.

Il bollettino del 9 ottobre con tutti i numeri dell’epidemia di Covid-19 in Italia.

Coronavirus, Italia: l’epidemia accelera, oltre 5mila nuovi positivi

Continuano a salire: i nuovi casi positivi in Italia al Coronavirus sono in forte aumento di giorno in giorno e dagli oltre 4.500 di ieri si è giunti oggi a registrare, in 24 ore, 5.372 nuovi casi a fronte dei 129.471 tamponi effettuati.

Come si apprende dal bollettino della Protezione Civile che da ormai quasi 10 mesi quotidianamente si occupa di fare il punto della situazione sull’emergenza, sono quasi mille i casi positivi registrati in Lombardia, nello specifico 983. 769 quelli registrati in Campania, 595 in Veneto e 483 in Toscana.

Aumentano i ricoveri in ospedale

Arrivano a quota 70.110 gli attualmente positivi al Covid-19 su territorio italiano con 65.637 di questi in isolamento domiciliare.

Ancora un aumento quello che si registra anche negli ospedali dove crescono di 161 unità i ricoveri semplici per un totale di 4.086 pazienti; 29 le unità in più rispetto a ieri in terapia intensiva dove attualmente i ricoverati sono 387. Come da mesi, è sempre in crescita il dato relativo ai guariti: 237.549 in tutto, 1.186 quelli registrati nel bollettino di oggi. Cresce, di poco, il numero delle vittime in 24 ore: 28 i morti registrati nel bollettino di oggi per un totale di 36.111 vittime in Italia dallo scoppio dell’epidemia.

La preoccupazione dell’ISS

Se i numeri non bastassero a descrivere il quadro, le parole dell’Istituto Superiore di Sanità confermano l’aggravarsi di una situazione in divenire: “In Italia si osserva un’accelerazione del progressivo peggioramento dell’epidemia di SARS-CoV-2 segnalato da 10 settimane – si legge nel comunicato dell’ISS – che riflette in un notevole carico di lavoro sui servizi sanitari territoriali. Per la prima volta si segnalano elementi di criticità“.

Approfondisci

TUTTO sul CORONAVIRUS

Seminare parole ai tempi del Covid

Mascherine obbligatorie anche all’aperto: ecco le multe per chi non rispetta le norme