John Travolta sul red carpet

Grave lutto per John Travolta, l’attore reduce dalla scomparsa della moglie Kelly Preston, che ha perso la sua lunga lotta contro un tumore al seno, piange il nipote, il 52enne Sam Travolta Jr.

Nuovo lutto per John Travolta

La notizia della scomparsa del nipote di John Travolta è arrivata a circa un mese dalla morte. Come riferito dalla testata The Sun, sul necrologio la data del decesso è segnata al 23 settembre scorso nella cittadina di residenza dello Stato del Wisconsin (Mount Horeb). La causa della morte non è stata resa nota.

Sam Travolta Jr. era nato nella città di Englewood, New Jersey, era il figlio del fratello maggiore di John, la sua scomparsa ad appena 52 anni ha sconvolto famigliari ed amici. Come riporta la testata britannica, un suo amico ha dichiarato: “Mancherà molto a tutti, ma sarà sempre con noi”.

Il rapporto con lo zio

Sam Travolta Jr ha sempre avuto uno splendido rapporto con lo zio John, che lo ha aiutato anche economicamente nel realizzare il suo sogno di diventare sceneggiatore. Anche lui parte di Scientology e divenne famoso per la sua decisione di lasciare il culto dopo un tentativo di suicidio.

Una scelta che lo portò a passare 28 giorni in un ospedale psichiatrico: “Scientology stava per uccidermi. È una guerra psicologica e dopo un po’ vincono. Le cose stavano andando così male che nel 2007 ho cercato di gettarmi da un ponte a Los Angeles”.

I lutti di John Travolta

La morte di Sam Travolta Jr. è l’ultimo di una lunga e triste serie di addii. A partire dal 1977 quando John Travolta perse Diana Hyland, suo primo amore, stroncata da un tumore al seno.

Negli anni ’90 l’attore sposa Kelly Preston, dal cui matrimonio nasceranno tre figli Jett, Ella Bleu e Benjamin. Nel 2009 la coppia perderà il primogenito Jett mentre si trovavano tutti in vacanza alle Bahamas. Il 12 luglio 2020, con tutto il dolore nel cuore, l’attore ha annunciato la prematura scomparsa della moglie di Kelly Preston, uccisa anche lei da un tumore al seno.

Replica di Scientology

Dopo la pubblicazione di questo articolo Scientology ha richiesto la pubblicazione della seguente replica. Il testo che segue è a cura di Giuseppe Cicogna, chiesa Sc di Torino, e non opera della nostra redazione:

Sulla vostra testata leggiamo con dispiacere del lutto in famiglia Travolta.


Non conosciamo le dinamiche di quanto accaduto e non abbiamo alcun titolo per intrometterci in aspetti così intimi e delicati.
Per quanto attiene la religione di Scientology che viene citata, teniamo a precisare che non è rivolta a chi cerchi il trattamento di malattie fisiche o mentali. Crediamo inoltre che qualsiasi religione, quando praticata sinceramente, non possa fare altro che aiutare a vivere meglio, accrescendo il proprio senso di responsabilità nei confronti di se stessi e degli altri, da un punto di vista spirituale e sociale.

A sua volta la religione di Scientology propone un preciso percorso fatto di studio, comprensione e conseguente sollievo dai quei turbamenti spirituali che ciascuno affronta nella propria esistenza: tutto questo lo stanno realizzando milioni di persone nel mondo con piena soddisfazione per se stesse e per le persone a loro vicine, indipendentemente dal loro credo.

Approfondisci:

John Travolta e Olivia Newton-John di nuovo insieme: i fan in delirio

John Travolta e quel cuore spezzato che gli ha cambiato per sempre la vita

John Travolta, la rivelazione: provò a resuscitare il figlio