turchia sisma

Dramma tra Turchia e Grecia, dove un violento terremoto di magnitudo 7.0, con epicentro al largo di Samos, si è abbattuto sulle Coste coinvolgendo siti fino a 300 chilometri di distanza, come Creta e Atene.

Uno dei luoghi più danneggiati è Smirne, in Turchia, dove pare che siano molti gli edifici crollati per la forza del sisma. Fonti locali riferiscono che molte persone sarebbero rimaste imprigionate sotto le macerie.

Piccolo tsunami si è abbattuto sulle coste

Il sisma è avvenuto in mare, e le onde provocate hanno portato allo sviluppo di un piccolo Tsunami di magnitudo 6.7 che ha colpito Smirne e Samos.

Le onde non erano particolarmente alte (non superavano il metro di altezza) ma sono state molto potenti, per cui hanno invaso strade e negozi della costa.

Ansa ha riportato il parere del sismologo Alessandro Amato, che collabora con Ingv, e che commenta il piccolo tsunami creatosi: “Stiamo osservando, per ora non e’ un maremoto enorme, e’ iniziato piano ma e’ un fenomeno che dura molte ore e che può provocare onde o correnti che poi acquistano forte velocita’.

Le correnti hanno invaso il porto di Smirne in Turchia”.

Il messaggio del Presidente Erdogan

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha condiviso su Twitter un messaggio di solidarietà per i suoi cittadini: “Siamo accanto ai nostri cittadini colpiti dal terremoto con tutti i mezzi del nostro stato. Abbiamo avviato le necessarie attività nella regione con tutte le istituzioni e i ministeri interessati”. A quanto pare la scossa è stata sentita anche a Istanbul.

Per ora non si conterebbero morti, nonostante ci siano stati dei feriti. Il bilancio, però, è in continuo cambiamento.

Guarda il video:

Nuovo bilancio dei feriti

Aggiornamento ore 14.44 – Il bilancio dei feriti è stato comunicato dal sito Efsyn.gr: ci sarebbero 4 feriti a Samos, tra cui una donna che sarebbe in condizioni gravi. Tutti gli individui sono stati ricoverati all’ospedale locale.