Il Presidente del Consiglio Conte e il ministro dell'economia Gualtieri

Nel pieno della crisi innescata dalla pandemia da Covid-19, il governo è al lavoro anche sull’annunciata maxi-manovra economica per il 2021. Il prossimo, come ribadito più volte dal Presidente del Consiglio Conte, sarà l’anno della rinascita economica e la bozza sembra spingere in quella direzione.

Sarà una legge di bilancio da 38miliardi e comprenderà importanti misure utili soprattutto in questo momento di crisi che puntano a sostegno dei lavoratori e delle famiglie. Il testo è atteso in commissione di Bilancio alla camera al più presto per lunedì sera.

In arrivo la Maxi-manovra

Nella prima bozza della legge di bilancio, trapelata nella serata di venerdì, si contano 243 articoli divisi su 21 capitoli, comprendenti misure ad hoc per permettere il rilancio economico del Paese.

Tra queste si trovano una proroga sul blocco dei licenziamenti fino al 31 marzo 2021, indipendentemente dal numero dei dipendenti presenti in azienda, cinque miliardi per la Cig, confermata anche questa con limite massimo fino a giugno.

Per la Cig saranno stanziati 5,3miliardi di euro da usare per le 12 settimane che potranno essere richieste tra il 1 gennaio 2021 e il 30 giugno 2021.

Sempre legato alla crisi dettata dal Coronavirus, il governo ha messo sul piatto 4miliardi per il fondo detto anti-covid, per finanziare tutte le misure necessarie per la lotta al virus.

Il prezzo della giostra: altro giro, altra corsa

Aumentano i fondi per il Reddito di Cittadinanza

Tra i punti presenti nella bozza c’è ancora il Reddito di Cittadinanza, per il quale il governo prevede un aumento di fondi tra il 2021 e il 2029. Per l’assegno unico sono stati stanziati tre miliardi e 4 miliardi sono quelli previsti per la riforma del fisco nel 2022.

Bonus bebè e congedo di paternità

Continua il lavoro del governo sul sostengo alle famiglie: il bonus bebè resta in vigore come anche l’assgno unico. Il bonus sarà calcolato in base all’Isee, a partire da un importo minimo di 960 euro anni. Il bonus sarà valido per tutti i bambini nati e adottati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021. Un’operazione da 340 milioni di euro per il prossimo anno e da 400 milioni per il 2022.

Resta anche il congedo di paternità, che sarà prorogato per tutto il 2021; i neo papà avranno dunque diritto a 7 giorni di congedo.

La altre misure previste nella maxi-manovora

Infine, nella bozza si vedono anche 350milioni previsti per migliorare il trasporto pubblico adibito agli studenti: bus e scuolabus. Anche il bonus mobilità sarà rifinanziato inisieme a tutte le misure per spingere verso il cashless, ovvero l’addio al contante per il solo pagamento elettronico. Prevista invece un’accisa del 25% sulle sigarette elettroniche e tutti i prodotti derivati dal tabacco.

Approfondisci:

TUTTO SUL CORONAVIRUS

TUTTO SU GIUSEPPE CONTE

Giuseppe Conte, le nuove misure del Dpcm: “Non abbiamo alternative”