dottoressa con la mascherina in ospedale

Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia, ha parlato durante la trasmissione Un giorno da pecora su Rai Radio 1 dell’emergenza covid-19 e della seconda ondata dalla pandemia.

La seconda ondata e il futuro del Covid-19

Sono molti i dubbi e le critiche al Governo di queste settimane per la gestione della seconda emergenza, Lopalco assicura: “Ci sarebbe stata comunque una seconda ondata” anche se avessimo allungato il periodo del lockdown precedente, quello di marzo, “perché comunque questo virus continua a circolare in maniera completamente nascosta.

 Ormai è un virus endemico, non andrà più via“.

Le cose potrebbero cambiare però con il vaccino: “È probabile che con il vaccino metteremo in sicurezza le persone più fragili e potremo vivere un po’ più tranquillamente. E poi comunque, a mano a mano che arriveranno le nuove ondate” queste dovrebbero diminuire di intensità. Per il futuro invece il destino sembra scritto, il Sars-CoV-2 “diventerà una malattia stagionale autunno-invernale“. Sulla gestione di questo anno di emergenza però le domande sono comunque molte e Lopalco chiarisce: “Fosse stato per me le scuole non le avrei aperte, già a settembre“, e poi “Magari le avrei tenute aperte a luglio e agosto“.

Le parole di Speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha parlato dell’emergenza in corso: “Una vaccinazione alla popolazione su larga scala avverrà da primavera inoltrata in avanti. Le prime dosi saranno destinate ai medici e agli infermieri in prima linea e alle persone più fragili. Entro la fine di gennaio dovremmo avere le prime dosi del vaccino anti-Covid. L’Ema dovrà dare l’autorizzazione ma tutti i dati segnalano che dovremmo averle“, ha spiegato a Rai 3.

C’è però una possibilità più rapida di quella del vaccino: “Tra qualche settimana dovremmo avere anche un altro strumento: gli anticorpi monoclonali. Sono una realtà italiana molto interessante“, ha chiarito il ministro.

Approfondisci

TUTTO sull’emergenza Coronavirus

Vaccino Pfizer: chi è la coppia di miliardari dietro la scoperta

Come si crea e approva un vaccino in Europa: fasi e complicazioni