croce rossa

Con oggi sono 1.455.022 le persone che in Italia, dall’inizio dell’epidemia che tra poco risalirà a non più di un anno fa, hanno contratto il Coronavirus. Un anno, quest’ultimo, compromesso dall’emergenza sanitaria e che continuerà a condizionare la vita degli italiani anche durante le Feste Natalizie che si auspicava, ovviamente, di poter vivere potendo solamente “ricordare” l’epidemia, purtroppo invece tutt’altro che un ricordo ma vividamente presente.

Gli ultimi aggiornamenti sull’epidemia di Covid-19 in Italia nel bollettino del Ministero della Salute.

Coronavirus, sale il bilancio delle vittime: 853 i morti in 24 ore

I tamponi effettuati oggi, in Italia, sono stati 188.659 e i casi positivi al Covid-19, in 24 ore, sono risultati essere 23.232, un dato in linea con quanto registrano nei più recenti bollettini sull’emergenza Covid-19 in Italia.

Non in linea però il bilancio delle vittime che sale ancora toccando oggi numeri che purtroppo, ancora una volta, non si vedevano dal pieno della prima ondata dell’epidemia nel marzo/aprile scorso. I morti registrati nelle ultime 24 ore sono 853, numero che porta il totale delle vittime a 51.306. Come però si legge nel bollettino: “La Regione Basilicata comunica che il numero odierno dei decessi (16) è riferito a più giornate dal 19 al 24 novembre“.

Variazione deceduti per Covid in Italia da inizio pandemia, suddivisi tra nord, centro e sud

Nuova ordinanza in Veneto, calano i ricoveri

605.330 le persone guarite dal Covid-19 in Italia con l’incremento, in giornata odierna di 20.837 casi. Sono 6 i nuovi ricoveri avvenuti oggi nelle terapie intensive che portano il totale a 3.816. 34.577 i ricoveri in ospedale dei pazienti positivi al Covid-19 con sintomi, 120 in meno rispetto al totale che era stato registrato nella giornata di ieri.

798.386 le persone attualmente positive al Coronavirus in Italia cui 759.993 in isolamento domiciliare.

Arriva intanto in Veneto, dove oggi sono stati registrati 2.194 casi, una nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che entrerà in vigore da questa mezzanotte e che minerà nuovamente gli assembramenti. “Abbiamo introdotto nuove misure che guardano molto al tema degli assembramenti, ma è in linea con la precedente“.

Approfondisci

TUTTO sul CORONAVIRUS

Vaccino anti-Covid, Crisanti: “Io non lo farei a gennaio”, è polemica

Alex, malato di fibrosi cistica che non ha diritto ad aiuti contro il Covid