Paolo Rossi e Federica Cappelletti

Terribile lutto per il mondo del calcio che deve dire addio a Paolo Rossi, morto a 64 anni. Settimane difficili per il calcio mondiale che prova il dolore di dire addio a due suoi rappresentanti, Maradona e Paolo Rossi, l’eroe del Mundial ’82.

È morto Paolo Rossi: le parole della moglie

La notizia della morte si era già diffusa nella notte tra mercoledì e giovedì. La conferma è arrivata poi dalla moglie Federica Cappelletti, giornalista e scrittrice, che ha ricordato il marito suoi social. Su Instagram la giornalista ha condiviso una loro foto insieme, felici e sorridenti, e le parole: “Per sempre“.

Mentre su Facebook ha scelto di condividere un’immagine di famiglia: “Non ci sarà mai nessuno come te, unico, speciale, dopo te il niente assoluto“. Paolo Rossi era malato da tempo a causa di un tumore ai polmoni. Lascia la moglie, Federica, e i suoi tre figli: Sofia Elena, Maria Vittoria e Alessandro.

Paolo Rossi e il calcio

Polo Rossi in carriera ha giocato per Juventus, Vicenza, Como, Perugia, Milan e Verona. Nessuno però può dimenticare il ruolo avuto nell’82, quando per tutti è diventato l’eroe dell’Italia al Mundial ’82 e anche “Pablito”.

Quello storico mondiale vinto dagli azzurri di Enzo Bearzot è impresso nella memoria collettiva per i 3 gol che Rossi segnò contro il Brasile portando la nazionale in semifinale. Una cavalcata indimenticabile che lo portò a segnare altri due gol contro la Polonia e infine uno contro la Germania nella finale di Madrid che regalò all’Italia la gioia più grande. A quel punto il Pallone d’Oro era solo una formalità.

Con la maglia della Juventus ha vinto due scudetti, una Coppa delle coppe, una Supercoppa Uefa e una Coppa dei Campioni, mentre con quella del Vicenza un campionato di serie B.

Un amore per il calcio continuato anche dopo l’addio a quello giocato: ha infatti lavorato in televisione come opinionista.